La copertina di Crozza sulle “palle” di Renzi e il riscaldamento globale

La copertina di Maurizio Crozza a "DiMartedì" su La7, incentrata questa settimana sul riscaldamento globale e il Natale "rubato" a Rozzano.

di Giuseppe Timpone, pubblicato il
La copertina di Maurizio Crozza a

Anche ieri sera, ad avere dato inizio alla trasmissione di La7, “DiMartedì”, condotta da Giovanni Floris, c’è stata la copertina satirica di Maurizio Crozza, che è partito parlando della Conferenza sul Clima di Parigi, alla quale sono presenti in questi giorni i leader di quasi tutti i paesi del pianeta. Il comico genovese ha ironizzato sulla presenza di Barack Obama, Vladimir Putin ed Erdogan, chiedendosi: “e che clima volete che ci sia con loro insieme? Un clima di m….”. Restando sul tema del riscaldamento globale, Crozza ha tirato fuori una metafora: i leader mondiali che cercano di salvare la terra sono come i tarli che si riuniscono per salvare il legno, ma si azzuffano su un pezzo di tavolo. E nota come nel frattempo gli stessi stiano scatenando una Terza Guerra Mondiale sulla Siria e che avrebbe come causa proprio il petrolio, una delle cause principali della distruzione del pianeta. L’attenzione di Crozza si sposta, poi, sul caso del preside di una scuola di Rozzano, che avrebbe rinviato a gennaio i festeggiamenti del Natale per non urtare la sensibilità degli scolari non cristiani. Il comico nota come nella cittadina siano arrivati Matteo Salvini, Mariastella Gelmini e Ignazio La Russa, tanto che gli abitanti del luogo pensavano che “fosse una promo di Guerre Stellari”. Ricorda anche al leader della Lega Nord, che ha portato un presepe con sé alla scuola, che i personaggi del presepe sono arabi, tranne i Re Magi, che sono curdi.        

E alla fine arriva Silvio!

Chiude la copertina con l’imitazione di Pierluigi Bersani, presente in studio: “l’albero di Natale mica lo fai con le palle che spara Renzi!”. E, infine, una citazione di “una vecchia gloria”, l’ex premier Silvio Berlusconi: “i 500 euro di Renzi ai diciottenni è una mancia disgustosa”. E Crozza chiosa: è vero, lui ai diciottenni regalava case, sempre che avessero 18 anni! Potete guardare il video, cliccando sul seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=3MwMAvSongg  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Famiglie