La classifica delle città più care d’Italia nel 2020

Quali sono le città più care d'Italia secondo Unione Nazionale Consumatori.

di , pubblicato il
La classifica delle città più care d'Italia nel 2020

Quali sono le città più care d’Italia? Secondo l’Istat, che ha aggiornato i dati sull’inflazione delle regioni e città, l’Unione Nazionale dei Consumatori ha stilato una classifica sulle città e regioni più care in Italia, in riferimento al costo della vita

La più cara è Bolzano

Qual’ è la città più costosa in Italia? Al primo posto si trova Bolzano, che si conferma la più esosa, con un’inflazione pari al +1% e una spesa aggiuntiva per famiglia a 318 euro. Al secondo posto si trova Napoli, in questo caso il rialzo è stato dello 0,9% per una spesa media di 197 euro a famiglia, mentre il terzo posto va a Perugia, con lo 0,6% e una spesa media supplementare di 143 euro.  

Per quanto riguarda le Regioni, tra le più costose troviamo il Trentino Alto Adige, dove una famiglia media ha dovuto aggiungere una spesa di 244 euro su base annua. Anche l’Umbria e la Campania hanno subito il rialzo dei prezzi. In questo caso, si parla, rispettivamente, di incrementi pari a 94 e 80 euro a famiglia.

Il ruolo del lockdown

Secondo Massimiliano Dona, presidente di Unione Nazionale Consumatori“Deflazione scontata, vista la caduta dei consumi dovuta al nuovo lockdown introdotto con il Dpcm del 3 novembre, che ha anche direttamente influito sul crollo dei prezzi dei trasporti, precipitati del 3,7% su base annua e dello 0,5% in un solo mese. Il crollo della domanda, purtroppo, non si interromperà nemmeno a dicembre e questo produrrà una gelata sui consumi di Natale. Nessuna ripresa nemmeno per via delle nuove regioni in giallo, visto che gli 80 mila negozi dei centri commerciali resteranno comunque chiusi nel weekend”.

Secondo Dona, per una coppia con due figli la deflazione ha permesso un calo della spesa annua di 113 euro, a subire un leggero aumento la spesa alimentare. Per una coppia con 1 figlio, invece, si parla di risparmio di 97 euro con un rincaro di 99 euro per le spese alimentari.

Vedi anche: Coronavirus, i prezzi delle case diminuiscono per la prima volta anche in Lombardia

[email protected]

Argomenti: ,