La Champions più ricca di sempre: affari d’oro per Juve, Inter, Roma e Napoli (anche perdendole tutte)

Champions League: ecco i premi in denaro ufficiali per Juve, Inter, Roma, Napoli nella fase a gironi.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Champions League: ecco i premi in denaro ufficiali per Juve, Inter, Roma, Napoli nella fase a gironi.

Quella che si appresta a partire con la fase a gironi sarà l’edizione più ricca della Champions League, così ricca che le quattro squadre italiane partecipanti guadagneranno vagonate di euro anche nell’eventualità che perdano tutte le gare e debbano salutare le big del calcio europeo in anticipo a dicembre, senza magari passare nemmeno per la bistrattata Europa League. Non ci sarà il VAR, dirà qualcuno, ma la UEFA Champions League è indubbiamente il torneo di calcio attorno al quale gravitano il maggior numero di soldi. Per la stagione 2018-2019, ormai alle porte, si calcola che la UEFA ha stanziato come budget una montagna di soldi, 2 miliardi di euro.

Juventus ricoperta d’oro

Non molto tempo fa il presidente della Roma James Pallotta si è domandato con quali soldi avesse la Juve potuto acquistare Cristiano Ronaldo. La risposta, in parte, è facilmente risolvibile con la replica ad una seconda domanda: quanto guadagna la Juventus senza scendere in campo fino a dicembre in Champions League? 58 milioni di euro. Sì, la cifra è quella, senza virgole né punti vari. Aggiungeteci poi gli incassi del botteghino e sarà semplice capire da dove la Juve abbia attinto per pagare (quasi) l’intero cartellino del giocatore più forte al mondo, semplicemente Cristiano Ronaldo. Di questi 58 milioni, 15,2 arrivano dalla partecipazione alla fase a gironi (somma uguale per tutte le partecipanti). Ci sono poi 29,9 milioni per il ranking storico (6° posto per la squadra bianconera) e infine 13,4 milioni alla voce quota market pool televisivo.

Inter, Roma e Napoli non sono da meno

Per le altre squadre italiane impegnate nella prossima edizione della Champions League, l’edizione di quest’anno porterà in dote tra i 36 e 40 milioni di euro. Sottolineiamo come si tratti di un valore minimo, che può soltanto crescere non appena dovessero arrivare le vittorie (2,7 milioni per un singolo successo) ed eventuali pareggi (0,9 milioni). Il Napoli prenderà 40 milioni, l’Inter 39 e la Roma 36.

Leggi anche: Premi Champions League 2018-2019: UCL mai così ricca, ecco cosa cambia

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Economia nel pallone

I commenti sono chiusi.