La carta del turista per pagare hotel e non solo: la sfida per salvare l’estate

La card di Epipoli per dare una svolta al settore del turismo e pagare non solo hotel.

di , pubblicato il
Green Pass Europeo

La ripresa del turismo passa tramite una gift card per andare in vacanza e far tornare alle persone la voglia di viaggiare, senza contare, ovviamente, l’aiuto per hotel e ristoranti che ormai da un anno stanno vivendo un vero dramma.

Arriva la carta del turista per aiutare la ripresa del turismo

Da quando viaggiare è diventato quasi impossibile a causa delle varie restrizioni in tutto il mondo, chi ci ha rimesso di più sono non solo le compagnie aeree e il settore dei trasporti in generale ma anche agenzie viaggi, tour operator, hotel, B&B, agriturismi, ristoranti e tutto l’indotto tra cui anche l’artigianato locale, parchi, attrattive, musei etc.

Un settore che sta vivendo un verso dramma da oltre un anno e che per questa estate rischia di sfumare se non ci sarà una leggera ripresa. In tutto ciò una speranza potrebbe già arrivare grazie al passaporto sanitario vaccinale, che potrebbe essere disponibile da giugno se tutti i paesi Ue saranno concordi.

Come funziona la carta del turista

A tal proposito è nata la carta del turista, appartenente al circuito Mastercard, di Epipoli, un’azienda di fintech italiana e pioniera delle gift card che rispetto a quelle tradizionali permette di usufruirne maggiormente. Di solito, infatti, le gift card si spendono per singoli servizi ma stavolta si tratta di una carta che offre più possibilità e coinvolge maggiormente il settore turistico. Si potrà infatti usare su un intero territorio o regione e sarà in vendita sia nei supermercati che nelle librerie con l’intento di coinvolgere anche l’estero.
A spiegare lo scopo di questa carta del turista è Gaetano Giannetto, fondatore e presidente di Epipoli:

“Siamo aperti a collaborare con enti locali che vogliano personalizzarle o anche mettere a disposizione una parte del plafond, ad esempio su una card da 1000 euro, 200 potrebbero essere caricate da una regione o una città.

Questo sarebbe un incentivo per il turista, un’iniziativa in grado di orientare la sua scelta su dove passare le prossime vacanze”.

Di fatto si tratta di una sorta di bonus vacanze da spendere in molti più esercizi e non solo strutture ricettive. Le gift card, infatti, permettono anche di analizzare i modi in cui vengono usate per fidelizzare i turisti offrendo servizi personalizzati e sconti in futuro. L’arrivo è previsto in primavera e come anticipato saranno in vendita anche nella grande distribuzione. In seguito basterà registrarsi nell’apposita area dedicata per poterla utilizzare in una determinata area a scelta.

Vedi anche: La crisi del turismo con la pandemia: così si tornerà a volare e viaggiare

[email protected]

Argomenti: ,