I lavori del futuro? Ce lo svelano i corsi di Google e Microsoft

I corsi per trovare lavoro nel futuro grazie a Google e Microsoft.

di , pubblicato il
Lavoro futuro Google e Microsoft corsi

Oggi vediamo milioni di lavoratori alle prese con le conseguenze devastanti del coronavirus, costretti a chiudere i battenti per i Dpcm del governo o, più semplicemente, per la grave crisi economica già attraversata da tempo, a cui si è aggiunta la pandemia come sorta di colpo di grazia finale. Ci sono però altri settori che non sono entrati in crisi né prima né durante la pandemia, come sanno bene le big tech internazionali (o per meglio dire statunitensi), ecco perché forse sarebbe meglio cominciare a rivalutare e trovare il tempo per parlare di competenze digitali, nonché quello che può essere considerato come il lavoro del futuro (che oggi esiste già, soltanto che viene praticato da “poche” persone).

I corsi di Google

“Crescere in Digitale ed Eccellenze in Digitale” più “Google Digital Training: formazione sulle competenze digitali” sono i due corsi di Google che si rivolgono rispettivamente ai giovani che stanno cercando un’occupazione e al mondo delle piccole e medie imprese. Il primo corso (Crescere in Digitale) è stato sviluppato da Big G in collaborazione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, oltre che con Unioncamere e Anpal, con lo scopo di offrire una formazione di base sulle competenze digitale ai ragazzi in cerca di occupazione, e dall’altra parte di offrire alle imprese del nostro territorio eventuali nuove competenze e risorse.

I corsi di Microsoft

Così come Google, anche Microsoft sta potenziando i propri corsi online per offrire in maniera del tutto gratuita le proprie competenze digitali, con corsi di formazione e risorse esclusivamente online studiate in collaborazione con la piattaforma LindedIn. Ad oggi sono tre i corsi Microsoft che più hanno riscosso successo tra i giovani: data analyst, customer service specialist e sviluppatore software.

Google e Microsoft non fanno altro che ricordarci come il futuro sia già presente tra noi, anche se magari fatichiamo a vederlo perché troppo ancorati alle logiche del passato, come se l’oggi, il presente, non ci stia insegnando nulla.

Vedi anche: Lavoro agile in vacanza o in hotel: la nuova frontiera dello smart working

[email protected]

Argomenti: ,