Jeff Bezos costruisce un aeroporto per Amazon: un affare da 1,5 miliardi di dollari

Un nuovo progetto per Amazon: un aeroporto per consegne ancora più veloci, sorgerà negli Usa.

di , pubblicato il
Un nuovo progetto per Amazon: un aeroporto per consegne ancora più veloci, sorgerà negli Usa.

Jeff Bezos, il ceo di Amazon, una ne pensa e mille ne fa. Il colosso americano potrebbe avere presto un suo aeroporto. Per Bezos si tratterebbe di un affare da 1,5 miliardi di dollari desiderato per velocizzare le consegne di Prime e in genere le consegne.

Un aeroporto per velocizzare le consegne

Ora Bezos ha iniziato i lavori per costruire un intero aeroporto come ha scritto su Twitter, in cui ha esordito con il post: “Andiamo a muovere un po’ di terra”.

Da quello che si apprende il nuovo hub dovrebbe essere pronto nel 2021 e prevede la partenza di 200 aerei al giorno, il che dovrebbe anche portare anche all’assunzione di 2000 persone. L’aeroporto sorgerà a Cincinnati e Amazon ne usufruirà appunto per velocizzare le consegne. Il gruppo Amazon possiede già la compagnia cargo Amazon Air e d’ora in avanti potrebbe anche affiancarsi ad altri intermediari per ampliare la flotta.

L’ennesimo progetto dell’e-commerce

Si tratta, in sostanza, di un progetto importante che cerca di portare avanti la mission di Amazon di rendere le consegne sempre più veloci, capillari e abbattere anche i costi di consegna. Basta vedere la nuova iniziativa che vede l’accordo con Sisalpay, Fermopoint e le librerie Giunti per rendere le consegne in Italia ancora più capillari (La rivoluzione di Amazon: tra consegne nei negozi e i robot che preparano i pacchi) A questo si aggiungono i negozi senza cassa Go a WholeFood che mirano sempre di più all’automazione da un lato e rendere sempre più veloci consegne e logistica.

Leggi anche: Le nuove strategie di Amazon: consegne nelle auto e magazzini automatizzati

Amazon ha chiuso il primo trimestre del 2019 con un fatturato di 59,7 miliardi, ma i guadagni maggiori, giungono come sempre dall’e-commerce. E’ qui che Amazon ha sempre guadagnato e continua ad avere il riscontro più grande tanto che di recente aveva pensato di vendere anche mobili online per fare concorrenza ad Ikea

Leggi anche: Ikea promuove l’economia circolare con i mobili a noleggio e pensa all’e-commerce stile Amazon

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,