POLITICA ITALIANA

Ius soli: scontro Lega Nord – Cei, ancora polemiche per il M5S

Ius soli: Lega Nord e M5S attaccate dai vescovi. Per il segretario della Cei Nunzio Galantino "gazzarre ignobili in Aula".

di Chiara Lanari, pubblicato il
Ius soli: Lega Nord e M5S attaccate dai vescovi. Per il segretario della Cei Nunzio Galantino "gazzarre ignobili in Aula".

Lo Ius soli è il tema che negli ultimi giorni sta infiammando il dibattito politico, toccando anche “corde” che di solito vengono lasciate immacolate. Nella discussione, infatti, in queste ore è entrata anche la Chiesa, con i vescovi apertamente all’attacco della Lega Nord di Matteo Salvini. Le posizioni delle varie forze politiche sono sotto la lente di ingrandimento da parte degli addetti ai lavori e dei cittadini stessi. A maggior ragione dopo i risultati ottenuti al primo turno delle amministrative, il Movimento 5 Stelle continua ad avere i riflettori puntati contro. A riguardo, è potenzialmente esplosiva la notizia, data da Repubblica, di un incontro tra Salvini e Casaleggio che sarebbe avvenuto, stando alla ricostruzione del quotidiano, nei giorni in cui vi era la discussione sul testo della legge elettorale. Incontro smentito sia da Lega che M5S, che hanno preso le distanze dal quotidiano.

Lega e Chiesa, nuovo round

Le posizioni di Lega Nord e Chiesa sullo Ius soli non potevano che essere diametralmente opposte. In pochi però si sarebbero aspettati l’attacco frontale da parte dei vescovi contro la Lega, nella persona del segretario della Cei Nunzio Galantino, il quale ha parlato di “gazzarre ignobili in Aula”, in riferimento a quanto accaduto a Palazzo Madama durante l’accelerata del Partito democratico sull’incardinamento del disegno di legge sulla cittadinanza contenente appunto lo ius soli. Critiche a cui Salvini, a stretto giro, ha risposto, invitando la Chiesa di accogliere gratis i migranti. In caso contrario, secondo il leader della Lega Nord, Galantino dovrebbe rassegnare le proprie dimissioni.

Segretario Cei contro il Movimento 5 Stelle?

La Lega Nord non è stata però l’unica forza politica a ricevere le critiche da parte della Conferenza Episcopale italiana. Il segretario Galatino sembrerebbe puntare il dito anche contro il M5S quando afferma che “c’è chi ha cambiato idea e ora fa politica unicamente per rincorrere il proprio successo, perché – conclude Galatino – vuole fare solo il proprio interesse”. Più diretto, invece, il vescovo ausiliare di Roma Guerino di Tora, che ha definito “una posizione perlomeno ambigua” quella del M5S sullo Ius soli, bacchettando a questo proposito Grillo sullo Spirito di San Francesco, rivendicato dal leader 5 Stelle durante la marcia per il reddito di cittadinanza che lo aveva visto protagonista da Perugia ad Assisi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

Politica italiana

I commenti sono chiusi.