Italiani risparmiatori: ricchezza in crescita, vale 8 volte più dei redditi

Italiani popolo di risparmiatori, nonostante gli stipendi al palo cresce la ricchezza e il mattone rimane un punto cardine.

di , pubblicato il
Italiani popolo di risparmiatori, nonostante gli stipendi al palo cresce la ricchezza e il mattone rimane un punto cardine.

La ricchezza degli italiani è tornata a salire di 98 miliardi arrivando a 9.743 miliardi. Secondo una ricerca recente di Banca d’Italia-Istat, che cerca di offrire una stima sulla ricchezza utilizzando alcune variabili, gli italiani rimangono un popolo di risparmiatori. Il mattone rimane il punto di riferimento per molti. 

Italiani risparmiatori

Dopo 3 anni di riduzione, la ricchezza degli italiani è tornata a salire. I dati hanno tenuto conto di alcune variabili quali casa, terreni, attività finanziarie come depositi, titoli, azioni e passività finanziarie. Emerge un quadro di un popolo di risparmiatori in cui solo alla fine del 2017 gli italiani hanno raggiunto e accumulato una ricchezza pari a 8 volte il reddito disponibile, come riporta anche Il Sole 24 Ore.

Per gli italiani sono gli immobili a rappresentare la forma principale di investimento, tanto che più della metà del patrimonio è poggiato sul mattone. Si è notato anche una riduzione del divario rispetto agli altri paesi e si tiene in considerazione il fatto che gli stipendi sono stagnanti.

Tornando a parlare di abitazioni solo queste valgono 5.246 miliardi di euro, anche se dal 2012 con il calo dei prezzi delle abitazioni gli stessi ricercatori hanno chiarito che “si è determinato una riduzione del valore medio delle abitazioni e la conseguente contrazione del valore della ricchezza abitativa”.

Prezzi case, la situazione

Parlando di prezzi delle case e dell’andamento in Italia del mercato immobiliare, a fare un pò di chiarezza è Federico Polidoro, responsabile del Servizio Sistema integrato sulle condizioni economiche e prezzi al consumo dell’Istat, il quale ha spiegato al sito Idealista.it che l’andamento della domanda ha sempre un peso molto importante. In Italia, fa notare Polidoro, “i prezzi sono ancora in calo anche se c’è stata una ripresa della domanda dal 2014 al 2018. Sembra dunque un brutto ricordo il 2013, quando le compravendite erano arrivate solo a 400mila”.

Leggi anche: Casa, il mattone rappresenta metà della ricchezza delle famiglie in Italia

Argomenti: ,