Italia: spunti positivi dall’indice sulla fiducia delle imprese a gennaio

Cresce la fiducia nelle nostre imprese a gennaio. Bene i servizi e le costruzioni

di Carlo Robino, pubblicato il
Cresce la fiducia nelle nostre imprese a gennaio. Bene i servizi e le costruzioni

L’Istat comunica a gennaio l’indice composito che misura la fiducia delle imprese in Italia è cresciuto da 75,6 a 79,9, considerando 100 la base al 2005. Il risultato è frutto di una variazione significativamente positiva per quanto riguarda le imprese dei servizi di mercato, con livelli che passano dai 71,9 di dicembre ai 78,9 di gennaio. Nel settore in esame migliorano le attese sull’andamento dell’economia in generale (da -51 a -41, il relativo saldo) ed i giudizi sugli ordini (da -29 a -20); restano stabili a -12 le attese sugli ordini. Fiducia in ripresa ance nel settore delle costruzioni, con l’indice aggregato che passa da 79,5 a 80,3. In un settore a così alta intensità di lavoro, importante il miglioramento sulle attese per l’occupazione (-18 a -15), così come i giudizi sui piani di costruzioni che passano da -51 della precedente rilevazione a -50. Lieve peggioramento per l’industria manifatturiera e il commercio al dettaglio. Per quanto riguarda il primo settore l’indice passa da 88,9 di dicembre a 88,2 di gennaio, in virtù del peggioramento dei giudizi sugli ordini, su attese di produzione stabili e  su miglioramento sulle stime delle scorte di magazzino. Nel commercio al dettaglio invece l’indice del clima di fiducia diminuisce nella grande distribuzione (da 70,6 a 62,7), ma cresce nella distribuzione tradizionale (da 85,8 a 89,5): il dato aggregato vede così uno scivolamento da 77,6 a 77,3.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia