Italia, peggiora la crisi in autunno ed è allarme disoccupazione

Ennesimo grido di allarme sulla situazione economica italiana. Questa volta tocca alla Confindustria che prevede un peggioramento del Pil nell'ultimo scorcio dell'anno

di Carlo Robino, pubblicato il
Ennesimo grido di allarme sulla situazione economica italiana. Questa volta tocca alla Confindustria che prevede un peggioramento del Pil nell'ultimo scorcio dell'anno

L’ultimo scorcio dell’anno vedrà nuovamente accelerare l’aggravamento della crisi economica italiana. E’ questa la stima del Centro Studi di Confindustria (CSC) che in base ai dati disponibili da settembre, vede nel quarto trimestre 2012 un calo del Pil accentuato rispetto al precedente -0,2%. Sarebbe quindi il quinto calo consecutivo ma un ritorno alla crescita potrebbe registrarsi dopo la  primavera, per il rialzo a settembre dell’anticipatore OCSE per l?’Italia. Lo studio del CSC parla di un’attività industriale in difficoltà a novembre (-0,5%), tanto che dopo il -0,4% in ottobre il quarto trimestre dovrebbe registrare  un -1,2%. Le commesse in volume sono scese dell?’1%, gli ordini del PMI manifatturiero sono saliti di 1,4 punti in ottobre (a 44,4) ma segnalano una diminuzione da 17 mesi, con la componente estera che ha comunque registrato un incremento (51,6) per la prima volta da aprile. Allarme per quanto riguarda la disoccupazione sulla quale sarà fortissima la pressione data dalla moltitudine di persone inattive in cerca di impiego per salvaguardare i redditi familiari. La parte dell’indice Pmi manifatturiero è diminuita dal 46,8 di settembre al 45,7 di ottobre, a testimonianza del fatto che le imprese assumono meno. Quadro drammatico completato infine dalla diminuzione del numero di persone occupate.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia

I commenti sono chiusi.