Istat: prezzi delle case in picchiata nel terzo trimestre

Nel terzo trimestre, secondo le stime preliminari dell'Istat, l'indice delle abitazioni acquistate dalle famiglie sia per fini abitativi sia per investimento registra una diminuzione dell'1,1% rispetto al trimestre precedente

di Carlo Robino, pubblicato il
Nel terzo trimestre, secondo le stime preliminari dell'Istat, l'indice delle abitazioni acquistate dalle famiglie sia per fini abitativi sia per investimento registra una diminuzione dell'1,1% rispetto al trimestre precedente

La crisi economica si riflette sempre di più sul mercato immobiliare e i prezzi delle case precipitano nel terzo trimestre 2012. Le stime preliminari dell’Istat attestano che l’indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie sia per fini abitativi sia per investimento è in diminuzione dell’1,1% rispetto al trimestre precedente e del 3,2% rispetto allo stesso periodo del 2011. L’istituto di statistica segnale che il calo tendenziale nel terzo trimestre è il terzo consecutivo registrato nel 2012, dopo il -0,2% del primo trimestre e il -2,1% del secondo quarto dell’anno. Proseguendo nell’analisi, nel terzo trimestre l’indice dei prezzi delle nuove abitazioni diminuisce dello 0,2% sul trimestre precedente e aumenta dell’1,9% rispetto allo stesso periodo del 2011 (in frenata rispetto al +2,8 del secondo trimestre) . I prezzi delle abitazioni esistenti diminuiscono dell’1,6% su base congiunturale e del 5,4% su base annua (-4,1% annuo nel secondo trimestre). In media, nei primi tre trimestri dell’anno in corso, i prezzi delle abitazioni diminuiscono dell’1,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sintesi di un aumento del 2,7% dei prezzi delle abitazioni nuove e di una diminuzione del 3,7% dei prezzi di quelle esistenti.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia