Industria, ordini in calo e fatturato in crescita a maggio

In calo gli ordinativi dell'industria a maggio, mentre sono positivi i dati sul fatturato.

di , pubblicato il
In calo gli ordinativi dell'industria a maggio, mentre sono positivi i dati sul fatturato.

Secondo l’Istat, gli ordini dell’industria a maggio in Italia sono diminuiti del 2,5% rispetto ad aprile e dello 0,5% su base annua. Il calo mensile è stato frutto di un +0,3% degli ordinativi interni e di un -6,3% di quelli esteri. A livello tendenziale, gli ordinativi domestici sono cresciuti del 4,9%, ma quelli esteri sono crollati del 7,5%. Positivi i dati sul fatturato, cresciuto su base mensile dell’1,2%, al netto della stagionalità, sintesi di un +1,1% sul mercato interno e del +1,3% all’estero. Rispetto allo stesso mese del 2014, invece, si registra una crescita del 2,4%, correggendo il dato per gli effetti del calendario (i giorni lavorativi sono stati 20 quest’anno contro i 21 del maggio 2014), frutto di un aumento dello 0,6% sul mercato interno e del 5,8% su quello estero. Il dato grezzo segna un calo tendenziale dello 0,9%. I dati rappresentano un capovolgimento di quelli pubblicati dall’Istat per il mese precedente, quando si era registrato un balzo degli ordini e un calo del fatturato sia su base annua che mensile. Stupisce negativamente che gli ordinativi siano marcatamente in calo a maggio per la componente estera, nonostante il deprezzamento dell’euro contro le principali valute, che in teoria avrebbe dovuto sostenere proprio la domanda estera. Gli ordini sono produzione futura, per cui si conferma un andamento altalenante dell’industria italiana.   APPROFONDISCI – Industria in altalena: balzo degli ordini in aprile, ma il fatturato è in calo  

Argomenti: