In Venezuela debutta oggi il nuovo mercato forex del bolivar, ma c’è scetticismo

Resi noti ieri i dettagli sul funzionamento del nuovo sistema di cambio del bolivar, gli analisti restano scettici sui suoi effetti, dato che permangono forti restrizioni alla libera compravendita di valuta straniera e il cambio ufficiale continuerà a coprire il 70% del fabbisogno.

di , pubblicato il
Resi noti ieri i dettagli sul funzionamento del nuovo sistema di cambio del bolivar, gli analisti restano scettici sui suoi effetti, dato che permangono forti restrizioni alla libera compravendita di valuta straniera e il cambio ufficiale continuerà a coprire il 70% del fabbisogno.

Inizieranno oggi le contrattazioni sulla nuova piattaforma forex gestita dallo stato in Venezuela, sulla quale le imprese e i singoli individui potranno scambiarsi liberamente bolivar contro le valute straniere. Il governatore della banca centrale, Nelson Merentes, e il ministro dell’Economia, Marco Torres, hanno reso noti nelle scorse ore i dettagli del nuovo sistema di cambio, il quinto dopo il cambio ufficiale fisso di 6,3 bolivar per ogni dollaro, le aste Sicad I e Sicad II e il mercato nero.

Come funziona

Stando a quanto detto dai due, il nuovo sistema dovrebbe consentire alle imprese e ai singoli individui di scambiare bolivar contro le altre divise liberamente, pur restando alcune restrizioni. Ad esempio, si potranno richiedere fino a 3,000 dollari all’anno per viaggiare all’estero e fino a 300 dollari per fare acquisti online. La piattaforma sarà monitorata dal governo, in modo da evitare “fluttuazioni erratiche”. Le agenzie di cambio potranno compravendere bolivar a partire dal 26 febbraio.   APPROFONDISCI – Il Venezuela liberalizza il cambio del bolivar: attesa una svalutazione del 95%   Il ministro Torres ha spiegato che il cambio ufficiale resterà attivo per il 70% dei bisogni del mercato, mentre il presidente Nicolas Maduro ha affermato che il nuovo sistema di cambio dovrebbe rispondere alle richieste del 3-5% del mercato. E il governatore Merentes ha fatto appello a non fare più ricorso al mercato nero, dato che ora sarebbe possibile acquistare e vendere liberamente dollari contro bolivar. Sarà, ma tra gli stessi venezuelani serpeggia una grossa sfiducia sull’efficacia del nuovo sistema di cambio, se è vero che al mercato nero un dollaro si scambia per la prima volta contro più di 190 bolivar.   APPROFONDISCI – Venezuela, Maduro annuncia un nuovo sistema di cambio. Svaluterà il bolivar?  

Perché la delusione

Lo scetticismo nascerebbe da due constatazioni, in particolare.

In primis, la gestione della piattaforma è affidata allo stato, il quale pubblicherà quotidianamente il tasso di cambio medio della seduta. Gli analisti sono convinti che il governo limiterà gli acquisti di dollari, mentre non porrà barriere alla vendita di valuta straniera. Inoltre, resta in piedi il sistema delle aste Sicad, che verranno accorpate e permetteranno lo scambio di bolivar contro dollari al tasso preferenziale iniziale di 12. In pratica, se fossero vere le percentuali snocciolate dal governo, il libero mercato del forex sarebbe limitato a non più del 5% delle richieste di cambio, per cui gli analisti si aspettano una svalutazione complessiva del bolivar inferiore alle attese e un ingresso di dollari forse ininfluente. Infine, la delusione consiste anche nella consapevolezza che, a questo punto, già oggi esiste un mercato – quello delle aste Sicad II – che scambia i dollari con bolivar a un tasso 8 volte più basso. Il 95% dell’ingresso di dollari nel paese deriva dalle esportazioni di petrolio, ma con il cambio fisso e le quotazioni del greggio crollate del 50% in appena 8 mesi, il Venezuela si è visto prosciugare le riserve valutarie. Solo poche settimane fa è stato consentito alla compagnia petrolifera statale PDVSA di convertire i suoi ricavi in dollari presso la banca centrale al cambio desiderato, fino a quello massimo previsto dalle aste Sicad II, ora pari a 52 bolivar per un dollaro, consentendole così di ottenere un quantitativo di valuta nazionale fino a 8 volte maggiore a quella possibile con il cambio ufficiale.   APPROFONDISCI – Il Venezuela annuncia novità sul cambio per PDVSA. I creditori chiedono pagamenti in petrolio Il prezzo del petrolio scende ancora sulle scorte USA. E il Venezuela grida al complotto  

Argomenti: ,