In Italia ci sono meno poveri ma il confronto con l’Europa fa paura

Una tabella Eurostat mostra che i poveri in Italia sono calati rispetto al 2017 ma la situazione appare drammatica.

di , pubblicato il
Una tabella Eurostat mostra che i poveri in Italia sono calati rispetto al 2017 ma la situazione appare drammatica.

Si parla spesso di povertà e di come molte famiglie italiane vivano in una situazione di forte disagio economico. Secondo le ultime tabelle Eurostat però, nell’ultimo anno, un milione di persone sono riuscite ad uscire dalla famosa soglia di povertà che faceva rizzare le orecchie anche all’Istat.

Leggi anche: Istat: disparità di reddito e disuguaglianze, chi sono i nuovi poveri italiani

Meno poveri in Italia nel 2018

Nel 2017 erano 6,1 milioni le persone “povere” contro 5.035.000 milioni del 2018. Per deprivazione materiale si fa riferimento a quella situazione in cui le famiglie hanno grave difficoltà a pagare bollette, mutuo, riscaldamento, mangiare proteine in maniera regolare, fare una vacanza o acquistare un auto, per almeno 4 di queste spese. La situazione relativa alla povertà è migliorata per tutte le fasce d’età meno che per i bambini che hanno meno di 6 anni. Quelli che vivono un disagio economico sono l’8,8% nel 2018 in confronto all’8,5% del 2017, mentre la percentuale è migliorata per gli under 16 e gli over 65. Più difficoltà nella fascia centrale, quella che comprende l’età 25-54 anni.

I dati per l’Italia, quindi, dicono che il nostro paese ha visto migliorare leggermente la drammatica realtà dei poveri ma il confronto con gli altri paesi europei è davvero impietoso. Mentre la Germania è stabile al 3,4%, Francia e UK hanno visto un aumento del 4,7 e 4,6%.

Le spese più difficili per le famiglie

Per quanto riguarda le spese a cui non si riesce a far fronte in maniera facile il pagamento del mutuo rimane il peggiore, così come affitto, riscaldamento, spese impreviste, ma anche la possibilità di fare una vacanza, comprare una lavatrice, una tv o una macchina nuova.

Dunque, nonostante il miglioramento rispetto al 2017, non solo l’Italia rimane indietro rispetto ad altri paesi europei ma presenta comunque dati poco edificanti sulla povertà e il disagio economico che molte famiglie provano sulla loro pelle.

Leggi anche: Redditi, i comuni più ricchi e poveri: aumenta spaccatura Nord-Sud

Argomenti: ,