In Europa 5mila banchieri guadagnano un milione di euro, i dati italiani

Alcuni banchieri europei, tra cui 200 italiani, hanno guadagni altissimi che arrivano anche a un milione di euro.

di , pubblicato il
Alcuni banchieri europei, tra cui 200 italiani, hanno guadagni altissimi che arrivano anche a un milione di euro.

Sono quasi 5mila i banchieri che percepiscono retribuzioni molto alte. Secondo i dati forniti dalla European banking authority, sta crescendo il numero di banchieri che nell’ultimo anno percepisce più di un milione di euro di retribuzione. Si parla di 4.859 ‘ultraricchi’ per la precisione, un numero in crescita secondo i dati.

Dove si trovano i banchieri paperoni?

In base alle rilevazioni, è la Gran Bretagna a vantare il più alto numero di paperoni, 3.567 per la precisione, con Londra a fare da regina.

In lizza anche Italia, Germania e Francia con circa 200 banchieri milionari mentre sembrano diminuiti a Cipro, in Danimarca, Grecia, Lussemburgo, Lettonia, Romania e Svezia. In Italia, in particolare, il numero di banchieri con stipendi superiore al milione è aumentato passando dal 172 a 201 nel 2017 mentre guardando alla remunerazione si è passati da 1.734.718 a 1.699.237 euro. Nel dettaglio 160 banchieri avrebbero retribuzioni tra 1 e 2 milioni, 26 tra 3 e 3 milioni, 9 tra 3 e 4 milioni e 6 che arrivano a cifre anche maggiori. Considerando i vari settori sono i dirigenti dell’investment banking, seguiti dal merchant banking con funzione dirigenziale e dal retail banking i soggetti che guadagnano più di tutti.

Leggi anche: I lavori del futuro: ecco tutte le figure che faranno guadagnare entro il 2030 (e non solo)

Chi sono i banchieri che guadagnano di più secondo i dati del 2018

I dati in oggetto fanno ripensare al recente studio di First Cisl sui guadagni dei più importanti banchieri in Italia rapportato a quello dei dipendenti. Tra i top dello scorso anno figurava il numero uno di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina con 5,5 milioni di euro. In lizza c’erano anche  Jean Pierre Mustier, a.d. di UniCredit, Giuseppe Castagna, a.d. di Banco BPM e Victor Massiah, consigliere delegato di UBI Banca. Lo studio di First Cisl  era stato anche polemico in merito ai guadagni stellari di alcuni banchieri e infatti chiedeva che “almeno un terzo dei salari manageriali debba essere vincolato all’effettivo conseguimento di obiettivi, verificabili, di natura sociale quali, ad esempio, la crescita dell’occupazione, la stabilità di valore dei prodotti finanziari emessi, la qualità del credito erogato e l’offerta di educazione finanziaria alla clientela”.

E non è certo la prima volta che gli studi dedicati prendono come riferimento i guadagni dei top manager o di grandi imprenditori rapportati a quelli dei dipendenti, dove è facile notare un grossa differenza che supera anche l’immaginazione non di rado. Basti ricordare i guadagni stellari del ceo di Amazon e la denuncia di alcuni politici americani che facevano notare l’enorme vuoto e la differenza rispetto ai salari dei dipendenti.

Leggi anche: Banche: quanto guadagnano gli amministratori delegati (anche 100 volte di più dei dipendenti)

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,