In Cina c’è il 30% del debito mondiale delle imprese: $14,2 trilioni

In Cina, il debito corporate è lievitato a 14,2 mila miliardi di dollari, il 30% del totale nel mondo, superando quello delle imprese americane. Rischi dal sistema bancario ombra.

di , pubblicato il

In Cina si trova il 30% dell’intero debito corporate mondiale, ossia delle imprese. Si tratta di una cifra di 14,2 mila miliardi di dollari, che pone Pechino al primo posto nella graduatoria del pianeta, superando i 13,1 mila miliardi di debiti delle imprese americane. Con la differenza che nel caso degli USA, il debito corporate vale meno dell’80% del pil, mentre in Cina è di circa il 140%. E secondo Standard & Poor’s, il fabbisogno delle imprese cinesi aumenterà fino a 20 mila miliardi entro il 2018, un terzo dei 60 mila miliardi a livello globale. E crescerà d’importanza in Cina il debito obbligazionario, con il mercato dei bond corporate destinato a crescere del 3,5% al 2016, +3,1 mila miliardi. Altro dato da non sottovalutare per S&P è la percentuale di debito finanziato dal sistema bancario ombra (“shadow banking”), che si attesterebbe tra un quarto e un terzo del totale, ossia per una cifra compresa tra i 4 e i 5 mila miliardi di dollari. Questo significa, spiega ancora l’istituto, che circa il 10% dell’intero debito corporate mondiale è esposto al rischio contrazione del sistema bancario informale cinese. In più, si prevede che a un tasso di crescita nominale del pil cinese presumibilmente del 10% all’anno, da qui ai prossimi 5 anni, il debito delle imprese nel paese non potrà che crescere. Ma la Cina è alle prese con un problema evidente di debito, che a questo punto diventa un problema mondiale, date le dimensioni dell’economia asiatica.   APPROFONDISCI – La Cina si avvia a un altro default privato. Preoccupa il debito delle imprese

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:
>