In Brasile peggiorano le aspettative del mercato su pil, inflazione e cambio

Peggiorano le attese del mercato sull'economia in Brasile. Ecco le stime su pil, inflazione e cambio.

di , pubblicato il
Peggiorano le attese del mercato sull'economia in Brasile. Ecco le stime su pil, inflazione e cambio.

Nel rapporto settimanale, chiamato Focus, la banca centrale del Brasile ha diramato poco fa i dati relative alle aspettative di 100 istituzioni finanziarie sul pil e l’inflazione nel paese sudamericano per il biennio 2015-2016, risultate in peggioramento. La crescita dei prezzi è attesa fino al 9,29% entro la fine dell’anno dal 9,28% atteso la settimana scorsa, mentre per l’anno prossimo ci si attende un aumento del 5,58% dal 5,51%. A tale proposito, bisogna sapere che il target dell’istituto è del 4,5%, ma con un margine di tolleranza del 2% in alto e in basso, per cui l’inflazione tendenziale può oscillare tra il 2,5% e il 6,5%. Attualmente, essa si attesta al 9,25%. Non vanno meglio le cose sul fronte delle aspettative sulla crescita: il pil è atteso in calo del 2,44% quest’anno dal -2,26% atteso la scorsa settimana, mentre l’anno prossimo dovrebbe cedere ancora un altro 0,5% dal -0,4% di 7 giorni prima. Si consideri che all’inizio dell’anno si sperava in una crescita del pil dell’1,8%. La recessione in corso, se confermata nei numeri sopra indicati, sarebbe la peggiore dal 1990, quando il pil si contrasse in Brasile del 4,35%. E non accade dal 1948 che l’economia brasiliana sia in recessione per 2 anni consecutivi. Che il surriscaldamento delle aspettative d’inflazione siano legate all’indebolimento del cambio lo attestano anche le previsioni in peggioramento per il rapporto tra real e dollaro, atteso a 3,60 a fine anno da 3,50 di una settimana fa. Alla fine del 2016, invece, il cambio dovrebbe attestarsi a 3,70 da 3,60. Al momento, esso viaggia a 3,8014, in calo di circa il 30% da inizio anno.    

Argomenti: