Immissioni in ruolo 2017/2018: tempistica, criteri, scelta ambito, chiamata diretta

Tutto quello che occorre sapere sulle immissioni in ruolo 2017/2018: dalla tempistica ai criteri, passando per scelta ambito e chiamata diretta.

di Carlo Pallavicini, pubblicato il
Tutto quello che occorre sapere sulle immissioni in ruolo 2017/2018: dalla tempistica ai criteri, passando per scelta ambito e chiamata diretta.

Il Ministero ha diramato a tutti gli Uffici Scolastici Regionali le istruzioni per quanto concerne il complesso meccanismo delle immissioni in ruolo 2017/2018. Insomma, sono state rese note tutte le informazioni riguardanti la tempistica, i criteri, la questione della scelta dell’abito territoriale e il funzionamento della chiamata diretta da parte dei dirigenti scolastici. Il Ministro ha dichiarato che quest’anno tutte le procedure dovrebbero terminare entro e non oltre il 14 agosto 2017: una previsione sicuramente ottimistica, dato che l’anno scorso si arrivò al 15 settembre. A questo link trovate l’allegato A, il documento del Miur.

Qui, Disoccupazione precari scuola: domanda Naspi dal 1 luglio.

Immissioni in ruolo 2017/2018: tempistica e criteri

Innanzitutto, la questione forse più ‘calda’, la tempistica delle immissioni in ruolo 2017/2018: dopo il 20 luglio, forse già il 21 luglio, saranno resi noti i contingenti di posti per provincia, classe di concorso per quanto concerne la secondaria di II grado, per gli ordini precedenti, queste informazioni sono state rese note. Molte le polemiche già suscitate: anche quest’anno, moltissimi posti sono stati dati alla mobilità, con conseguente difficoltà di inserimento per coloro che si trovano in GaE o nelle GM del concorso scuola 2016.

I criteri sono i seguenti: sui posti contingentati, il 50% sarà per le GaE e il 50% per le GM 2016; si potranno scorrere le graduatorie anche oltre il 10% degli idonei (dlgs 59 del 13 aprile 2017); importante: le nomine partono dai vincitori del concorso (potranno scegliere prima gli ambiti) e, in caso di numero dispari di posti, quello in più sarà assegnato alla graduatoria più penalizzata l’anno precedente.

Ecco i risultati dell’inchiesta Amianto a scuola: 350mila studenti e 50mila insegnanti a rischio, 6mila morti, i dati dell’Osservatorio nazionale amianto.

Immissioni in ruolo 2017/2018: scelta ambito e chiamata diretta – tutti gli step

Ma come avverrà la procedura per le immissioni in ruolo 2017/2018, qualora ci si trovi tra i ‘fortunati’ a poter aspirare all’assunzione. Ecco tutti i passaggi (usiamo il condizionale, date le abitudini del Miur):

  • dopo il 20 luglio, si dovrebbero conoscere i posti disponibili
  • dal 23 al 28 luglio, si dovrebbero attivare gli USR con le convocazioni per coloro che devono scegliere l’ambito territoriale
  • la scelta dell’ambito territoriale avverrà per scorrimento di graduatoria
  • dal 31 luglio al 4 agosto, dovrebbe aprirsi la finestra per l’inserimento del curriculum vitae – qualora all’interno dell’ambito territoriale prescelto vi siano più scuole, occorrerà inviare il prorpio CV affinché il dirigente scolastico e le commissioni lo valutino
  • dal 7 al 14 agosto, dovrebbe avvenire la chiamata diretta con firma del contratto.

Il condizionale è d’obbligo, ma non possiamo non sottolineare la beffa cui stanno andando in contro i vincitori del concorso scuola 2016, per i quali sono stati banditi posti fantasma, introvabili anno dopo anno. Una vera vergogna italiana.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica, Scuola

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.