Il prezzo dei carburanti fa volare l’inflazione in Italia

L'inflazione in Italia resta stabile ma il prezzo del carrello della spesa vola

di Enzo Lecci, pubblicato il
L'inflazione in Italia resta stabile ma il prezzo del carrello della spesa vola

Il prezzo della benzina, e più in generale quello dei carburanti, sta dimagrendo il portafoglio degli italiani. Secondo i dati comunicati dall’Istat, infatti, i prezzi dei carburanti hanno fatto registrare, nel mese di settembre, un forte aumento. Nel dettaglio il prezzo del gasolio è salito del 3,1% e quello della benzina del 3,9%. I dati sull’andamento del prezzo della benzina verde su base annua sono ancora peggiori. In un anno, infatti, la verde è salita del 20,1%. In pratica, come ha messo in evidenza l’Istat, la corsa del prezzo dei carburanti, assieme a quella del cibo, sta spingendo al rialzo il cosiddetto carrello della spesa, un maxi paniere che include beni di prima necessità e uso frequente. Nel mese di settembre il carrello della spesa è cresciuto del 4,7% contro un’inflazione che invece è cresciuta, come nelle attese, del 3,2%. Cosa significhi tutto questo è abbastanza semplice da intuire. In pratica i beni di prima necessità e uso quotidiano stanno spingendo la corsa dell’inflazione, erodendo il potere d’acquisto delle famiglie italiane.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia