Il franco svizzero sfonda il cambio di 1,10 contro l’euro, prima volta da metà gennaio

Il franco svizzero perde quota contro l'euro e per la prima volta dalla fine del cambio minimo si porta oltre 1,10.

di , pubblicato il
Il franco svizzero perde quota contro l'euro e per  la prima volta dalla fine del cambio minimo si porta oltre 1,10.

Per la prima volta da quando, il 15 gennaio scorso, la Schweizerische National-Bank (SNB), la banca centrale svizzera, ha annunciato l’abbandono della difesa del cambio minimo di 1,20 contro l’euro, la moneta unica vale più di 1,10 franchi svizzeri. Alle 11,20, il rapporto si portava appena al di sopra di tale soglia e al momento viaggia a 1,1035.

Cambio franco euro oltre 1,10

Per l’economia elvetica si tratta di una buona notizia, perché l’apprezzamento del franco svizzero dalla metà del gennaio scorso contro tutte le altre valute ha portato a una recessione di lieve entità nel paese alpino, anche se il 2015 dovrebbe chiudersi con una crescita del pil non lontana dall’1%.

    APPROFONDISCI –  https://www.investireoggi.it/economia/il-franco-svizzero-ai-minimi-contro-leuro-da-meta-gennaio/   Diverse le ragioni alla base del ripiegamento del franco. Anzitutto, inizierebbero ad avere un certo effetto le misure varate dal governatore Thomas Jordan, come l’introduzione dei tassi negativi sui depositi bancari presso la SNB, tagliati fino all’attuale -0,75%, in modo da disincentivare gli afflussi di capitali stranieri. Secondariamente, gli assets in franchi svizzeri, considerati un bene rifugio, sarebbero un pò meno appetibili in questa fase, dato il forte ridimensionamento delle tensioni nell’Eurozona sul caso Grecia.

Bond Svizzera segnalano franco ancora forte

Infine, mentre l’Eurozona torna a crescere, pur lentamente, l’economia svizzera è ancora in fase di aggancio della ripresa, dopo lo scossone valutario di gennaio. Eppure, i rendimenti dei bond governativi elvetici rimangono negativi fino alla scadenza decennale, anche se in lieve rialzo nelle ultime sedute, mentre un titolo a 30 anni rende ancora appena lo 0,64%, quanto un decennale tedesco. Ciò spinge a ritenere che il cambio resterà forte anche nei prossimi mesi probabilmente, sebbene l’economista di Bakbasel,  Alexis Koerber, sostenga che esso si porterà a 1,15 entro il 2016. Resta il fatto che il franco sia ancora più forte dell’inizio dell’anno, anche se il deprezzamento delle ultime settimane potrebbe contribuire a ravvivare l’inflazione e ad allentare la pressione sulle esportazioni.   APPROFONDISCI – https://www.investireoggi.

it/economia/il-franco-svizzero-e-troppo-forte-ecco-di-quanto-sarebbe-sopravvalutato/    

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , ,