Il caso delle 9 isole del Pacifico libere dal coronavirus

Isole Marshall, Isole Salomone, Kiribati, Micronesia, Nauru, Palau, Samoa, Tonga, Vanuatu sono libere dal Covid, ecco come hanno fatto.

di , pubblicato il
Isole Marshall, Isole Salomone, Kiribati, Micronesia, Nauru, Palau, Samoa, Tonga, Vanuatu sono libere dal Covid, ecco come hanno fatto.

Da qualche giorno a questa parte, a livello mondiale il numero di soggetti positivi al coronavirus ha superato il muro di 30 milioni. Esistono però alcune nazioni Covid free, vale a dire libere dal coronavirus. Tra queste, anche 9 isole dell’Oceano Pacifico: Isole Marshall, Isole Salomone, Kiribati, Micronesia, Nauru, Palau, Samoa, Tonga, Vanuatu. Come ci sono riuscite?

Chiusura dei confini anticipata

Semplicemente, prima che l’epidemia si diffondesse nel mondo trasformandosi in pandemia, si è scelto di chiudere i confini a inizio 2020, valutando i propri sistemi sanitari come inadeguati per far fronte a un simile pericolo. Questa decisione però, se da un lato ha portato inevitabili vantaggi sul fronte della salute pubblica, ha di fatto portato le entrate del turismo a zero.

“Non vogliamo la malattia, altrimenti siamo condannati”

La Micronesia, Samoa, le Isole Marshall e quelle Salomone, tutti bene o male le conoscono per le loro spiagge paradisiache e le acque cristalline. Dall’inizio dell’epidemia però, sono ora diventate soltanto un ricordo lontano, visto che nessuno dall’esterno può accedervi. Le eventuali foto postate su Instagram dai turisti stranieri risalgono tutte a prima della diffusione della pandemia, se si considera come la scelta di chiudere i confini sia stata presa in largo anticipo rispetto ad altre nazioni nel mondo.

I cittadini delle 9 isole del Pacifico sono consapevoli che con la chiusura della frontiere si stiano privando della fonte di sostentamento primaria (leggi turismo), ma per loro viene prima di tutto la salute, come confermato dal direttore della sanità pubblica di Vanuatu, che in un’intervista alla BBC ha dichiarato: “Se parli con loro, la maggioranza dice di tenere il confine chiuso il più a lungo possibile”.

Inoltre, il numero uno della Salute di Vanuatu ha aggiunto: “Molti ci dicono: Non vogliamo la malattia, altrimenti siamo condannati”.

Potrebbe interessarvi anche: Viaggi e coronavirus, che cosa cambia fino al 7 ottobre

[email protected]

Argomenti: ,