I verbali FED saranno una delusione, nessuna indicazione in arrivo dal minute?

Il minute della Fed potrebbe non contenere alcuna indicazione sul tapering e deludere le attese delle borse di tutto il mondo

di Enzo Lecci, pubblicato il

Sono sempre le indicazioni che saranno contenute nel minute dell’ultima riunione della FED a tenere banco a Piazza Affari ma anche nelle altre piazze europee e, più in generale, nelle borse di mezzo mondo. Gli investitori sembrano essere convinti che nei verbali dell’ultimo summit del Fomc della Federal Reserve possano essere contenute delle indicazioni in merito all’avvio del tapering, ossia del piano di riduzione degli acquisti di asset da parte della stessa banca centrale Usa attualmente pari a 85 mld di dollari mensili (La Fed tiene col fiato sospeso il mondo. Cosa farà Bernanke con il QE3?).

Secondo un sondaggio reso noto da Bloomberg, il 65% degli economisti intervistati ritiene che la riduzione dei sostegni all’economia Usa possa iniziare già a partire dal mese di settembre. La prima data utile per una decisione di questo tipo è il 18 settembre, giorno in cui si terrà il consueto meeting mensile della Federal Reserve.

Non tutti gli analisti sono comunque convinti che questa sera dai verbali della Fed usciranno delle indicazioni concrete su eventuali intenzioni di questo tipo. Secondo Filippo Diodovich di Ig “molto probabilmente l’evento dei verbali del Fomc Fed potrebbe essere un non-evento e lasciare tutto invariato almeno fino al prossimo appuntamento macro”. Insomma dopo giorni di attesa, la montagna potrebbe partorire il più classico dei topolini, l’ennesimo rinvio.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia USA

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.