I migliori posti dove lavorare, ecco i best workplace in Italia

Ecco la classifica delle 50 migliori aziende dal punto di vista dell’ambiente di lavoro.

di , pubblicato il
Ecco la classifica delle 50 migliori aziende dal punto di vista dell’ambiente di lavoro.

Secondo l’identikit fornito dal Best Workplace, voluta da Great Place to Work Italia, che ha coinvolto 40mila dipendenti, la situazione ideale per lavorare è un ambiente sereno che favorisca l’equilibrio tra lavoro e vita privata e premi chi lo merita.

Quali sono le aziende migliori in cui lavorare?

A tal proposito è stata stilata la classifica delle 50 migliori aziende dal punto di vista dell’ambiente di lavoro.

La classifica tiene conto del “Trust Index”. Secondo Andrea Montuschi, presidente di Great Place to Work Italia: “sono i lavoratori a determinare se la propria azienda possa ottenere la certificazione e qualificarsi fra i 50 Best Workplace. L’attenzione rivolta alla qualità della vita all’interno delle aziende è infatti molto variabile in Italia, tanto è vero che dalle nostre ricerche è emerso uno scarto importante tra le aziende Best Workplace e quelle candidate ma non certificate “great place to work”: le Best ottengono l’81% di feedback positivi, mentre le altre aziende si fermano al 59%, e la media in Italia è ancora più bassa: 44%”.

Tra le aziende migliori, in tal senso, con più di 500 impiegati è risultata Hilton, tra i 500 e 149 impiegati Cisco Systems, tra i 50 e i 149 Bending Spoons e tra i 20 e 49 Cadence Design Systems.

Le variabili considerate

In particolare si considerano alcune variabili quali il benessere personale, la serenità delle ore passate in ufficio, la sensazione di lavorare in un ambiente familiare (81% vs 51%), la possibilità di vivere la giornata insieme ai colleghi con il sorriso sulle labbra e il ritrovare un buon equilibrio.

A sottolinearlo anche Marco Motta, Communication & Marketing Manager di Great Place to Work Italia, secondo cui “La capacità di creare un ambiente sereno, empatico, da vivere con il sorriso, è uno degli aspetti determinanti per diventare un Best Workplace”.

Nell’indagine si sottolinea, infine, l’importanza della meritocrazia, senza tralasciare l’equità della retribuzione e alle promozioni.

Leggi anche: Assunzioni, mercato del lavoro e disoccupazione: perché le aziende guardano poco al futuro

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,