I danni dello smart working: come evitare gli effetti fisici negativi del lavoro agile

Gli effetti negativi dello smart working sul corpo, come evitarli.

di , pubblicato il
Co-working lavorare ovunque

Con il nuovo Dpcm, lo smart working e il lavoro da remoto sono stati fortemente consigliati. Lavorare da casa porta enormi vantaggi ma anche svantaggi, come abbiamo avuto modo di vedere più volte. Quando si parla di svantaggi dello smart working, ovviamente, non ci si riferisce solo al benessere mentale e motivi pratici o economici ma anche al benessere fisico. 

 

Vedi anche: Gli svantaggi dello smart working: prigionia domestica e sindrome del burnout

Come evitare i malanni da smart working

Tra questi c’è sicuramente lo stress, dovuto alla cattiva posizione, ma anche la luce dello schermo e altri piccoli fattori influiscono molto. Con la proroga fino a gennaio dello stato di emergenza, il lavoro da casa si prolunga con conseguenze sulla salute non sempre positive. Secondo alcuni esperti, infatti, la prima cosa da considerare è la posizione e la luminosità dello schermo, ma anche la postura che si assume davanti al Pc. Importante è anche controllare le sorgenti di luce e fare delle pause frequenti per camminare. Come scrive Il Sole 24 Ore, che riporta le parole di Cristina Biella, consulente del lavoro dell’Ordine di Monza e Brianza: «Costringere il corpo in posizioni sbagliate finisce per avere ricadute dirette sull’aumento dello stress e sulla produttività. In modo, oltretutto, inconscio».

Il ruolo della postura

Secondo il posturologo Alessandro Catanzaro: “Caviglia, ginocchio e anca devono rigorosamente essere posizionati a 90°. Soprattutto per chi usa un portatile, attenzione ad evitare fastidiosi piegamenti in avanti del collo, che finiscono per sovraccaricare trapezio e colonna vertebrale e distorcono la normale curva fisiologica del corpo”.

Molto importante è anche la luce, usare lampadine calde invece che al neon è sicuramente una scelta più saggia, così come mettere dei cuscini sotto la sedia da poter riposizionare durante la giornata.

Fondamentale è anche fare degli esercizi e alzarsi dalla sedia ad intervalli regolari.

Vedi anche: Smart Working e lavoro in casa: come attrezzare un mini ufficio casalingo

[email protected]

Argomenti: ,