Grecia, al primo sciopero generale contro Tsipras aderisce Syriza

Sciopero generale in Grecia, dove la stessa Syriza invita a protestare contro le sue riforme.

di , pubblicato il
Sciopero generale in Grecia, dove la stessa Syriza invita a protestare contro le sue riforme.

La Grecia è oggi paralizzata dal 41-esimo sciopero generale dallo scoppio della crisi del debito sovrano nel 2010, ma è la prima manifestazione di massa dei lavoratori contro il governo Tsipras, il cui premier aveva partecipato a tutti quelli precedenti rivolti contro gli esecutivi tecnici e di centro-destra. Si tratta di un giorno difficile per Alexis Tsipras, contro cui verranno scanditi oggi gli stessi slogan toccati in sorte ai predecessori. I 2 sindacati del paese, Adedy e Gsee, accusano adesso il governo della sinistra radicale di essersi prostrato ai piedi della Troika (UE, BCE e FMI), accettando di attuare misure incomprensibili, come il blocco pluriennale degli stipendi pubblici, quando già oggi, spiegano, un laureato percepisce nella Pubblica Amministrazione 750 euro al mese o 9.300 euro all’anno. Ma poiché la Grecia non smette mai di stupire, la vera chicca della giornata di oggi è che la sezione lavoro di Syriza, il partito del premier e principale azionista dell’esecutivo, ha invitato i lavoratori sia del settore pubblico che di quello privato aderire allo sciopero generale.

Insomma, il governo manifesta contro se stesso, un’ambiguità che ha spinto il ministro delle Finanze belga, Johann Van Overtvelnt a chiedere “serietà”. La situazione non è facile per il premier, che a giorni dovrebbe ricevere la tranche di 2 miliardi di aiuti, all’interno del piano di stanziamenti complessivi per 86 miliardi. Se sono arrivate nei giorni scorsi notizie positive sul fronte delle ricapitalizzazioni bancarie, che necessiteranno una decina di miliardi in meno delle attese, è il capitolo riforme che continua a dividere Atene dai creditori pubblici. Al termine dello scorso mese, infatti, risultavano attuate solo 14 delle 48 misure sollecitate dai governi europei, un dato che sta ritardando l’invio degli aiuti e che ha riportato in auge qualche tensione tra le parti.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,
>