Gratta e vinci pericolosi per la salute: cosa cambia con il nuovo decreto, tabaccai sul piede di guerra

Tutti i gratta e vinci dovranno contenere la scritta "Questo gioco nuoce alla salute", ecco che cosa cambia.

di Chiara Lanari, pubblicato il
Tutti i gratta e vinci dovranno contenere la scritta

I gratta e vinci sono pericolosi per la salute perché possono portare alla ludopatia, la dipendenza dal gioco. In sintesi, questo il messaggio che il nuovo governo Movimento 5 Stelle e Lega Nord fa passare sui gratta e vinci, a cui tutti gli italiani (o quasi) hanno giocato almeno una volta nella loro vita. Le nuove disposizioni sui gratta e vinci sono ora ufficiali, dopo che l’ultimo numero della Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana ha presentato il decreto del ministero della salute del 18 settembre scorso.

I nuovi gratta e vinci

Da qui in avanti, tutti i gratta e vinci dovranno contenere la scritta “Questo gioco nuoce alla salute”, in posizione frontale, insieme alla dicitura “può causare dipendenza patologica”. Sul retro dovrà essere poi ripetuto il concetto fondamentale, relativo ai rischi per la salute che correrebbero chi acquista i gratta e vinci. Deve poi essere esplicitato il fatto che il gioco d’azzardo è vietato ai minori di 18 anni. Infine, i gratta e vinci devono contenere il numero verde per chi soffre di ludopatia (800 55 8822). Per legge le scritte vanno riportate sul 20% o più della superficie intera del gratta e vinci e su ambedue i lati (fronte e retro).

I tabaccai sul piede di guerra

Sono in tanti a protestare contro la decisione assunta per decreto ministeriale dal governo Movimento 5 Stelle-Lega Nord. Sul piede di guerra i tabaccai, la categoria potenzialmente più danneggiata dal provvedimento assunto. Secondo quanto affermato da Giovanni Risso, numero uno della Federazione italiana Tabaccai, l’esecutivo giallo-verde rischia paradossalmente di favorire il gioco illegale. Secondo il presidente Risso, l’esecutivo sta commettendo l’errore di confondere il gioco legale con quello d’azzardo, senza avere timore di definire quello che si è venuto a creare come “clima da caccia alle streghe”. Dopo l’aumento dei prezzi delle sigarette, dunque, una nuova tegola per gli italiani fumatori e per quelli che hanno il vizio del gioco.

Leggi anche: Aumento prezzi sigarette: dalla manovra finanziaria amara sorpresa per i fumatori italiani, ecco quanto rincarano

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia, Politica, Politica italiana