Grandi imprese in crisi e l’occupazione cala ancora

Nuova ricerca dell'Istat che registra una diminuzione dell'occupazione a settembre nelle grandi imprese. Forte il ricorso alla cassa integrazione ma le retribuzioni tendono a salire

di Carlo Robino, pubblicato il
Nuova ricerca dell'Istat che registra una diminuzione dell'occupazione a settembre nelle grandi imprese. Forte il ricorso alla cassa integrazione ma le retribuzioni tendono a salire

Nuovi dati sul lavoro da parte dell’Istat che oggi fotografa l’occupazione nelle grandi imprese italiane. Il primo dato che emerge è  una diminuzione su base mensile dello 0,1% rispetto ad agosto. Tuttavia se non consideriamo i lavoratori dipendenti in cassa integrazione (Cig) la diminuzione è lievemente più marcata (-0,2% rispetto a settembre 2012 e -1,3% su base annuale).  Aumenta quindi  il ricorso alla cassa integrazione, con l’incidenza delle ore Cig che passa dalle 8,7 ore ogni mille ore lavorate di settembre 2011, alle  39,2 ore ogni mille ore lavorate nell’ultima rilevazione. Dato positivo quello riguardante i salari, infatti a settembre la retribuzione lorda per ora lavorata (dati destagionalizzati) marca un aumento del 2,6% rispetto al mese precedente. Allargando i termini del confronto, rispetto a settembre 2011 la retribuzione lorda per dipendente (al netto dei dipendenti in Cig) cresce del 6,1%, riuscendo a più che compensare l’aumento del costo del lavoro per dipendente del 5,2%. Infine all’interno del 2012, considerando il periodo gennaio-settembre la retribuzione lorda per dipendente registra un incremento, nel confronto con lo stesso periodo dell’anno precedente, dell’1,2%, mentre il costo del lavoro cresce dell’1,1%.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Italia