Google, multa da 1,5 miliardi per colpa di AdSense dalla commissione Ue

La commissione Ue ha multato Google per abuso di posizione dominante da parte di AdSense, il servizio di banner pubblicitari offerto dal colosso di Mountain View.

di , pubblicato il
La commissione Ue ha multato Google per abuso di posizione dominante da parte di AdSense, il servizio di banner pubblicitari offerto dal colosso di Mountain View.

Intorno all’ora di pranzo, nella giornata di ieri, con un tweet Margrethe Vestager (commissaria Ue alla concorrenza) ha annunciato ufficialmente la terza multa comminata a Google dalla commissione dell’Unione Europea nel giro di tre anni. La nuova sanzione inflitta al colosso di Mountain View corrisponde a 1,5 miliardi di euro, vale a dire circa l’1% del fatturato di Google nel 2018, come evidenziano i giornalisti Davide Casati e Martina Pennisi nell’articolo del Corriere della Sera pubblicato nella giornata di ieri. Così Marghrethe Vestager nel tweet: “Non dovrebbero (riferendosi a Google) comportarsi in questo modo, ciò nega ai consumatori il diritto di scelta, di utilizzare prodotti innovativi e di pagare un prezzo giusto”.

Posizione dominante per AdSense

Stavolta la commissione Ue ha multato Google per abuso di posizione dominante da parte di AdSense, il servizio di banner pubblicitari offerto dal colosso di Mountain View e con cui i siti e i blog di tutto il mondo ottengono una remunerazione in base ai clic ricevuti da ciascun visitatore. Secondo l’accusa, Google avrebbe ostacolato altri potenziali concorrenti nel mercato dell’advertising online. Come indicato dal Corriere, la multa al colosso di Google sarebbe potuta essere molto più alta, pari a 13 miliardi di euro. L’importo della terza multa comminata all’azienda tech con sede in California arriva invece soltanto a poco più del 10 per cento.

La risposta di Google e i precedenti

Di fronte all’ennesima multa comminata dalla commissione Ue nei suoi confronti, Google ha rilasciato un comunicato scritto nel quale afferma: “Abbiamo introdotto una serie di modifiche ai nostri servizi così da rispondere alle preoccupazioni della commissione Ue. Nei prossimi mesi – prosegue il comunicato – lanceremo ulteriori novità per aumentare la visibilità dei nostri potenziali concorrenti nel continente europeo”.

Negli ultimi 36 mesi per Google questa è la terza multa da parte della commissione. In precedenza, le due multe comminate al colosso tech statunitense sono state pari a 6,7 miliardi di euro.

Leggi anche: Google e Mastercard, l’alleanza segreta (per cui non bisogna scandalizzarsi più di tanto)

Argomenti: ,