Gli italiani passano 47 anni della propria vita incollati allo smartphone: le conseguenze negative

Gli italiani sembrano ossessionati dai cellulari e trascorrono fino a 1618 ore all’anno fissando lo schermo.

di , pubblicato il
Smart Working

Secondo un recente studio, sembra che le persone passino 47 anni della propria vita a guardare le notifiche dello smartphone e controllare i social. L’indagine di Vision Direct, ha messo in luce che si passano troppe ore a guardare la Tv ma ancor peggio sui social o con lo smartphone in mano.

Quante ore davanti al computer o lo smartphone? 

Si passano circa 6.235 ore davanti a tablet, pc e smartphone durante l’anno, ci si sveglia già al mattino con il cellulare in mano e pronti a vedere le notifiche dei social. Tutto ciò provoca anche problemi seri, come occhi stanchi e guai in famiglia. “Quasi 4 genitori su 10 ritengono che i propri figli passino troppo tempo attaccati ai loro dispositivi di gioco o ai loro telefoni” si legge nel report. Gli italiani sembrano ossessionati dai cellulari e trascorrono fino a 1618 ore all’anno fissando lo schermo, già al mattino non passano neppure 5 minuti che già in tanti prendono il telefono e guardano le notifiche.

Le conseguenze negative e la regola del 20-20-20

Secondo Benjamin Dumain responsabile business di Vision Direct: “E’ importante essere consapevoli di cosa comporti alla salute degli occhi un eccessivo tempo di esposizione a uno schermo e tenere sotto controllo la situazione, senza esagerare. Ci sono sia aspetti positivi che aspetti negativi dell’esposizione a uno schermo, ma finché le persone ne sono coscienti e ne limitano l’uso, non avverranno danni a lungo termine”.

La prima conseguenza negativa è proprio l’affaticamento agli occhi, anche lavorare da casa con lo smart working può avere implicazioni a riguardo, soprattutto nel caso di persone che non si disconnettono mai.

Una regola per evitare questi problemi è quella del 20-20-20: ogni 20 minuti bisogna distogliere lo sguardo dallo schermo e guardare un oggetto a 20 piedi per 20 secondi. E’ anche importante sbattere spesso le palpebre e impostare lo schermo sempre ad almeno 40 cm dal viso.

Leggi anche: Camerieri robot anche in Italia, ecco perché i ristoranti ‘li assumono’

[email protected]

Argomenti: ,