Gli auguri del Financial Times a Renzi: missione impossibile. Il problema è l’euro

Amara riflessione del Financial Times sulla svolta politica italiana. Aldilà di quello che intenda fare, Renzi si troverà dinnanzi a una missione impossibile.

di , pubblicato il

Il Financial Times s’interroga con un articolo di Wolfgang Muenchau sulle prospettive dell’Italia sotto il nuovo governo di Matteo Renzi. Pur esprimendo apprezzamento per lo “spirito ribelle” dell’ormai ex sindaco di Firenze e gradendo l’atteggiamento di apparente discontinuità con l’eccessivo attendismo del predecessore Enrico Letta, il quotidiano finanziario britannico mette in luce anche alcuni problemi dell’economia italiana, che associati a variabili non nelle mani dell’esecutivo di Roma, renderebbero la missione di Renzi impossibile.

L’Italia, nota Muenchau, ha un alto debito pubblico, una crescita nulla e sta in un’unione monetaria che non funziona.

Oggi, spiega, il pil italiano è al di sotto del suo potenziale del 15%. Solo un nutrito pacchetto di riforme (del lavoro, liberalizzazioni dei servizi, dei prodotti, fiscali, etc.) potrebbero fare impennare la ricchezza italiana fino a un massimo del 20%. Tuttavia, non solo è certamente impossibile, nota, che tale aggiustamento avvenga entro i prossimi 4 anni, ma non è detto che si realizzi anche solo minimamente, perché mai o quasi mai le riforme vengono implementate al 100%, specie da un governo di coalizione in Italia. Nemmeno la stessa Germania vi riuscì del tutto 10 anni fa. In più, le variabili economiche non è detto che reagiscano in futuro allo stesso modo del passato. 

Ma a fare propendere il Financial Times verso il pessimismo è la considerazione che per uscire dalla crisi, l’Italia avrebbe bisogno di quattro fatti fondamentali: che l’inflazione non continui ad essere così inferiore all’obiettivo annuo del 2%, che i tassi rimangano bassi a lungo, che le banche si ristrutturino e si crei una “bad bank” per ripulire i bilanci degli istituti dai crediti a rischio e che paesi come Germania e Olanda riducano gli eccessivi avanzi commerciali.

Ora, continua il FT, nessuna di queste condizioni è una variabile nelle mani del governo italiano. Ne consegue che Renzi dovrebbe avere solo tanta fortuna. Il problema è l’euro, conclude il quotidiano. 

Argomenti: