Germania in crisi: declassato il rating

Outlook negativo. Egan-Jones vede un problema nel sistema bancario e conti pubblici in deterioramento. Servono gli Eurobond

di Carlo Robino, pubblicato il
Outlook negativo. Egan-Jones vede un problema nel sistema bancario e conti pubblici in deterioramento. Servono gli Eurobond

Dopo tante voci rincorse nella giornata di ieri, alla fine è giunto il previsto downgrade per la Germania. L’agenzia di rating Usa Egan-Jones ha infatti rivisto la propria valutazione sul merito creditizio passando da A+ a ponendo un outlook negativo. I timori degli esperti Usa risiedono nell’eccessiva esposizione del sistema bancario tedesco verso le deboli economie dell’Eurozona. Egan-Jones in un report spiega che la situazione dei conti pubblici della Germania sta progressivamente peggiorando, infatti se nel 2011 il rapporto debito/PIL si attestava all’80%, alla fine di quest’ano si incrementerà al 100%. Nella valutazione si parla anche dei problemi strettamente politici della cancelliera Angela Merkel alla quale viene consigliato di accettare la soluzione degli Eurobond, altrimenti, secondo gli economisti Egan-Jones, si rischia una frattura insanabile con gli altri membri Ue che non farebbe che danneggiare ulteriormente le finanze pubbliche europee e accelerare la crisi dell’Euro.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Crisi Euro