Germania, il manifatturiero tira il freno a mano

Scendo al di sotto dei 50 punti l'indice Pmi manifatturiero della Germania

di Enzo Lecci, pubblicato il
Scendo al di sotto dei 50 punti l'indice Pmi manifatturiero della Germania

L’economia della Germania continua a lanciare segnali preoccupanti e i due indici PMI (manifatturiero e servizi) diffusi questa mattina sembrano confermare i timori di chi afferma che la crisi dell’Euro stia facendo scricchiolare anche la vecchia locomotiva d’Europa. Venendo ai numeri l’indice Pmi manifatturiero ha fatto registrare a marzo un calo a 48,9 punti contro i 50,3 punti del mese precedente e soprattutto contro i 50,5 attesi dagli analisti. La discesa al di sotto del muro di quota “50” indica contrazione. Male anche il Pmi servizi che secondo la stima preliminare dovrebbe chiudere il mese di marzo con un calo a 1,6 punti dai precedenti a 54,7 punti. Anche in questo caso il dato è inferiore alle attese degli analisti che puntavano su un ulteriore allargamento a quota 55 punti. Nonostante la flessione, il Pmi servizi resta comunque al di sopra del muro dei 50 punti.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economie Europa