Germania e Francia: segnali di ripresa dal Pmi Manifatturiero

Resta in contrazione l'attività manifatturiera di Germania e Francia

di , pubblicato il
Resta in contrazione l'attività manifatturiera di Germania e Francia

Arrivano timidi segnali di ripresa dall’indice Pmi manifatturiero di Francia e di Germania. Secondo i dati comunicati da Parigi l’attività manifatturiera francese ha fatto segnare nel mese di maggio una progressione a 45,5 punti contro i 44,4 punti del mese di aprile. Restano invece stabili il Pmi Servizi e il Pmi composito entrambi a 44,3 punti secondo i dati preliminari. Nonostante il leggero passo in avanti è bene ricordare che un indice Pmi a di sotto dei 50 punti è sinonimo di contrazione dell’attività. Sotto questo punto di vista, quindi, il dato di Parigi è sintomatico delle enormi difficoltà che la seconda economia dell’Eurozona sta attraversando (sulla crisi della Francia si legga: La Francia è in recessione, la Germania si salva).

Sembra invece essere andata decisamente meglio alla Germania il cui indice Pmi ha fatto registrare  un incremento a 49,0 dal 48,1 di aprile. In ripresa anche il Pmi Servizi, salito a 49,8 da 48,1 punti di aprile e chiaramente anche il Pmi composito che si è attestato a 49,9 a maggio contro il 49,2 di aprile secondo i dati preliminari (Germania: indice Pmi in crescita a maggio). Anche in questo caso comunque l’attività manifatturiera e quella dei servizi restano al di sotto del muto dei 50 punti e quindi in contrazione.

 

Il Pmi manifatturiero nell’Eurozona

Per quanto concerne l’Eurozona, l’indice Pmi manifattura riferito al mese di maggio è salito al 47,8 dal 46,7 di aprile. In progressione anche il Pmi Servizi (47,5 punti dai 47 punti del mese precedente) e il Pmi Composito (47,7 rispetto ai 46,9 punti di aprile)

Argomenti: