G8 al via oggi, Siria e crisi economica gli argomenti principali

Parte oggi in Irlanda del Nord l’annuale incontro tra i leader delle principali economie mondiali

di Davide Raia, pubblicato il

Parte oggi, a Lough Erne in Irlanda del Nord, ad appena due ore da Belfast, la due giorni del G8, l’annuale meeting tra gli otto leader delle principali economie mondiali che, quest’anno, si svolgerà in un ex resort extra lusso, fallito dal 2010 e eretto a simbolo della difficile situazione economica in cui versa l’Europa. Tantissimi i tempi che verranno portati sul tavolo della discussione. Il punto di partenza, e forse l’argomento più caldo per quanto riguarda le relazioni internazionali, è rappresentato dal caso Siria con Cameron e Hollande che sostengono Obama nell’appoggio ai ribelli e Putin fortemente contrario. Una situazione quanto mai complicata che, soprattutto a causa della pericolante situazione del paese mediorientale, andrà affrontata con priorità. Lo stesso Putin avrà, nel corso del forum, un attesissimo faccia a faccia con il Presidente americano Obama, particolarmente sentito dopo lo scandalo Datagate delle scorse settimane. Ma nel corso del meeting nord irlandese si parlerà anche, e soprattutto, di economia. Nel pomeriggio di oggi, nel corso di una conferenza congiunta organizzata per l’occasione, verrà ufficializzato da Obama e Van Rompuy, presidente del Consiglio europeo, l‘inizio delle trattative legate al libero scambio tra Stati Uniti ed Europa. Nelle prossime ore si parlerà poi molto di lavoro, di disoccupazione e di crisi economica, tematiche fortemente appoggiate da Letta e dall’Italia, su cui gli otto leader saranno chiamati ad adottare strategie comuni. Cameron, presidente di turno dell’incontro, punta a trovare, quanto prima, un’intesa sulla riforma del commercio e del fisco con l’obiettivo di contrastare piaghe come l’evasione e l’elusione fiscale.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.