Forza Italia farà flop? I sondaggi tradiscono Berlusconi

La nuova Forza Italia farà peggio del PDL e si rivelerà un flop clamoroso? Stando alle rilevazioni degli ultimi sondaggi, il videomessaggio di Silvio Berlusconi e la promessa di ritornare in campo non ha entusiasmato gli elettori. A oggi PDL e Forza Italia mantengono sempre il 27% circa dei consensi. Nulla di nuovo sul fronte di centrodestra, insomma, a meno che non accada qualche colpo di scena.

di , pubblicato il
La nuova Forza Italia farà peggio del PDL e si rivelerà un flop clamoroso? Stando alle rilevazioni degli ultimi sondaggi, il videomessaggio di Silvio Berlusconi e la promessa di ritornare in campo non ha entusiasmato gli elettori. A oggi PDL e Forza Italia mantengono sempre il 27% circa dei consensi. Nulla di nuovo sul fronte di centrodestra, insomma, a meno che non accada qualche colpo di scena.

La nuova Forza Italia potrebbe rivelarsi un clamoroso flop: lo dicono i sondaggi, che tradiscono il carisma, la popolarità e le convinzioni di Silvio Berlusconi, per i quali al momento la rinascita del vecchio partito del Cavaliere non provocherebbe sconquassi né terremoti, anzi. Tutto piatto. Mentre nei principali sondaggi sulle intenzioni di voto Centrodestra e Centrosinistra restano più o meno appaiati, con la prima coalizione in leggero vantaggio e il Movimento 5 Stelle che sta registrando una lieve e silenziosa crescita (arrivando al 21%), i sondaggi interni al Centrodestra non fanno sorridere Berlusconi. C’è poco da dire: il videomessaggio della scorsa settimana andato in onda in prima serata su quasi tutti i telegiornali non ha avuto gli effetti sperati. E mentre all’interno del partito c’è chi si divide tra la possibilità di far emergere correnti minori (alla “Fratelli d’Italia” per intenderci) e quella più facile di entrare semplicemente nel partito più grande, gli elettori di Centrodestra non sembrano entusiasmarsi più di tanto di fronte al vecchio mascherato da nuovo. E questo farà sicuramente pensare chi ha in mente di riproporre una nuova Alleanza Nazionale: meglio cambiare vestito e puntare agli elettori di destra delusi. Ma con i soliti volti sarà sufficiente?   LEGGI ANCHE Come sarà la nuova Forza Italia e come si riorganizzerà la destra? Quali e quante sono le correnti nel Pdl? La nuova Forza Italia è già a un bivio  

A che punto è Forza Italia nei sondaggi

L’istituto Piepoli ha dichiarato alla Stampa che la nuova Forza Italia “non vale né un punto di più né un punto di meno del PDL”. Entrambi, finché non si sbloccherà la situazione, valgono circa il 27%, secondo l’istituto Demopolis. Ciò cosa significa? Che la nuova Forza Italia, almeno stando agli ultimi sondaggi, non sta smuovendo alcunché. Forse bisogna anche dare ragione ad Alessandra Ghisleri, di Euromedia Research, la quale afferma che “nel mondo della moda ci sono brand che, dopo aver vissuto un periodo di declino, ritrovando la propria storia degli inizi scoprono il futuro”.

Già, questo avviene nel mondo della moda. Ma nel mondo della politica, oggi, in Italia, può essere fatto lo stesso discorso?  

Forza Italia verso il flop?

Certamente, qualcosa si smuoverà quando le posizioni dei candidati di Centrodestra saranno ben chiare e precise: chi da una parte, chi dall’altra. PDL incenerito, Forza Italia rinata, nuovi partiti di Centrodestra alla carica. Gianni Alemanno, Ignazio La Russa, Giorgia Meloni da una parte; Silvio Berlusconi, Daniela Santanchè, Denis Verdini dall’altra. E poi c’è ancora da sistemare la diatriba tra falchi e colombe, chiudere un dibattito aperto che mira a interrogarsi sul futuro della coalizione di Centrodestra, capire cosa farà Giulio Tremonti, il quale, di certo, non si alleerà ancora una volta con il Cavaliere. Gli interrogativi, al momento, sono un po’ troppi per avere le idee chiare e per fidarsi dei sondaggi. Forza Italia farà peggio del PDL? Forse ne pareggerà i consensi, ma se dovesse accadere per la nuova Forza Italia sarebbe un flop clamoroso.  

Forza Italia non spopola sui social network

E flop clamoroso è stato sul fronte social. Nonostante lo stesso Berlusconi abbia deciso di puntare contemporaneamente su televisione e internet, c’è l’elevatissimo rischio che la campagna social di Forza Italia si indirizzi solamente ai suoi elettori, che in maggior parte sono quelli del PDL. Anche qui, dunque, nulla che si muove. E se lo fa, avviene al ribasso: basti considerare il calo di popolarità di Berlusconi su Twitter e Facebook dopo il suo videomessaggio. I numeri parlano chiaro, soprattutto se confrontati con quelli che hanno animato la rete social poco prima delle elezioni, quando l’ex premier era andato ospite da Santoro a Servizio Pubblico.

Bene o male, l’importante è che se ne parli: dopo il videomessaggio, Blogmeter ha registrato solo 11.000 interazioni su Facebook e 51.000 citazioni su Twitter, delle quali 2/3 erano in tono negativo. Nulla di rilevante, insomma.  

Porcellum: quale destino?

Adesso toccherà solo aspettare di vedere che fine farà il Porcellum. E molto dipenderà dalla tenuta del governo. Nessuno lo vuole, e al tempo stesso tutti lo vogliono. Anche Berlusconi. Anche Renzi. Che si muovono nella stessa direzione. Un imprevisto colpo di scena potrebbe spazzare via tutte le certezze e le rilevazioni degli ultimi giorni. Nel bene e nel male.

Argomenti: