Fed, la Yellen al Congresso USA: rischioso non alzare i tassi

Si avvicina il primo rialzo dei tassi USA. Lo conferma il governatore della Federal Reserve, Janet Yellen.

di , pubblicato il
Si avvicina il primo rialzo dei tassi USA. Lo conferma il governatore della Federal Reserve, Janet Yellen.

La Federal Reserve con ogni probabilità alzerà i tassi al termine della riunione del board del 15-16 dicembre prossimo, per la prima volta dal 2006. Lo ha fatto intendere esplicitamente il governatore Janet Yellen, davanti alla Commissione economica bicamerale del Congresso USA, ripetendo grosso modo quanto già detto ieri nel suo discorso all’Economic Club. La Yellen ha definito “rischioso” attendere troppo, prima di alzare i tassi, sostenendo anche che le aspettative sul lavoro e l’inflazione siano ben ancorate e che il mercato del lavoro sarebbe ormai in uno stato prossimo all’equilibrio, confidando che la crescita dei prezzi si porti presto al target del 2%. Il governatore ha anche rassicurato che la politica monetaria dell’istituto resterà accomodante dopo il primo rialzo, ribadendo quanto va dichiarando da mesi, ossia che non è detto che la stretta monetaria procederà ai ritmi delle manovre precedenti, lasciando intendere, quindi, che i successivi aumenti dei tassi potrebbero essere bassi e distanziati nel tempo tra di loro (tra il 2004 e il 2006, l’allora governatore Alan Greenspan aumentò i tassi di 17 volte consecutivamente e di 25 punti base alla volta). Infine, la Yellen ha definito il rialzo dei tassi il “testamento” del ritorno alla crescita degli USA, spingendo così i mercati a valutare il passo positivamente, perché sarebbe il frutto della solidità della ripresa economica americana.    

Argomenti: