Facebook, 10.000 posti di lavoro in Europa per costruire il “metaverso”, ma di cosa si tratta?

I nuovi posti di lavoro che Facebook intende creare in Europa nei prossimi anni includeranno ingegneri altamente specializzati.

di , pubblicato il
I nuovi posti di lavoro che Facebook intende creare in Europa nei prossimi anni includeranno ingegneri altamente specializzati.

Facebook sta progettando di assumere 10.000 persone nell’Unione Europea per sviluppare un cosiddetto metaverso.

L’annuncio arriva mentre il colosso dei social sta affrontando le conseguenze di uno scandalo dannoso e affronta crescenti richieste di regolamentazione per frenare la sua influenza.

Non è chiaro entro quando e che ruolo avranno i nuovi assunti, ma la notizia della costruzione di un metaverso sta facendo molto discutere.

Facebook e il suo metaverso

Un metaverso, in estrema sintesi, è un mondo online in cui le persone possono giocare, lavorare e comunicare in un ambiente virtuale, spesso utilizzando visori VR.

“Il metaverso, è stato spiegato in post sul blog della stessa compagnia, ha il potenziale per aiutare a sbloccare l’accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche. E gli europei lo modelleranno fin dall’inizio”.

I nuovi posti di lavoro creati nei prossimi cinque anni includeranno “ingegneri altamente specializzati. Investire nell’UE ha offre molti vantaggi, tra cui l’accesso a un ampio mercato di consumo, università di prim’ordine e talenti di alta qualità”.

Il metaverso, ad ogni modo, “non sarà costruito dall’oggi al domani né tantomeno da una singola azienda”.

Di recente Facebook ha investito $ 50 milioni (£ 36,3 milioni) nel finanziamento di gruppi senza scopo di lucro per aiutare a “costruire il metaverso in modo responsabile”. Il progetto impiegherà altri 10-15 anni.

Il curioso tempismo dell’annuncio

Alcuni critici affermano che questo ultimo annuncio potrebbe avere lo scopo per ristabilire la reputazione dell’azienda e distogliere l’attenzione da una serie di recenti scandali che hanno coinvolto la società

Stiamo parlando delle rivelazioni dell’informatore Frances Haugen, che ha lavorato come product manager nel team di integrità civica di Facebook.

Come se non bastasse, una ricerca interna di Facebook ha scoperto che Instagram, di sua proprietà, stava influenzando la salute mentale degli adolescenti. Il report è stato tenuto nascosto dalla stessa società.

Fonte: bbc.com

 

Articoli correlati

Argomenti: