Estate 2021, regole in spiaggia per vacanze Covid-free: fasce orarie e prenotazioni

Si inizia a parlare dei nuovi protocolli per andare in spiaggia durante la prossima estate.

di , pubblicato il
Turismo

Quali saranno le regole per le spiagge per l’estate 2021? Nelle ultime ore sta diventando molto caldo il tema delle riaperture previste da maggio. La stagione estiva, se tutto andrà bene, anche su richiesta del Ministro del Turismo, dovrebbe riprendere da giugno ma con quali regole?

Vacanze Covid-free: regole spiagge per l’estate 2021, nessun via libera tutti

La sfida con la pandemia è ancora aperta. Anche se i contagi caleranno drasticamente durante le prossime settimane, o almeno così si spera, sarà davvero difficile sperare in un libera tutti. Come accadde lo scorso anno, probabilmente torneranno in auge le regole per andare in spiaggia tra mascherine e percorsi obbligati. Secondo Antonio Capacchione, presidente Sindacato italiano balneari Fipe-Confcommercio, le regole per spiagge e stabilimenti balneari dovrebbero essere più o meno le stesse dello scorso anno.

Si partirà, in sostanza, dall’obbligo di prenotazione per ombrelloni e lettini e ingressi contingentati con percorsi appositi di entrata e uscita. Previsti anche pagamenti veloci per ridurre i contatti e spazi organizzati per gli ombrelloni in modo da evitare gli assembramenti. Molto probabilmente ci saranno le “odiate” fasce orarie, anche se ancora su questo punto ci sono delle incertezze. L’idea, almeno per il momento, sarà quella di assegnare lo stesso ombrellone alle stesse persone che soggiornano più giorni e ovviamente igienizzare le superfici più volte al dì.

Il protocollo per le spiagge dovrebbe contenere le seguenti regole:

-Una distanza minima consigliata tra le file degli ombrelloni di cinque metri
-Lettini lontani almeno due metri tranne che per lo stesso nucleo familiare
-Divieto di usare le cabine se non appartenenti allo stesso nucleo familiare.

Non solo spiagge, il rebus delle feste all’aperto durante l’estate 2021

E se le regole per le spiagge sembrano quasi certe, resta ancora un’incognita che cosa che ne sarà di feste all’aperto nei locali o in spiaggia.

Non è ancora chiaro se saranno o meno vietati come lo scorso anno (anche in virtù del fatto che una ricerca ha messo in luce come il contagio all’aperto sia molto meno frequente). Sembra davvero improbabile sperare in un via libera tutti anche su questo punto.

I locali serali, insieme alle palestre, sono tra le categorie più penalizzate e la prossima estate dovrebbe essere fondamentale per capire se e come potranno ripartire. Rispetto al 2020, infatti, oltre alla campagna vaccinale, che per giugno dovrebbe essere entrata nel vivo, dovrebbe arrivare anche il famoso passaporto vaccinale europeo che da giugno permetterà di muoversi più facilmente e viaggiare tra paesi europei dimostrando di essere vaccinati o di avere un tampone negativo effettuato non più di 48 ore prima.

Vedi anche: Divieto spostamento tra regioni addio e riaperture da maggio, cosa succederà

[email protected]

Argomenti: ,