Emergenza migranti, progetto ‘Defend Europe’: ecco la nave ‘identitaria’ che vuole bloccare gli sbarchi – scenari

Arriva in Italia la nave di 'Generazione Identitaria' che intende bloccare gli sbarchi e frenare l'emergenza migranti: chi sono e come intendono operare.

di Carlo Pallavicini, pubblicato il
Arriva in Italia la nave di 'Generazione Identitaria' che intende bloccare gli sbarchi e frenare l'emergenza migranti: chi sono e come intendono operare.

È arrivata in Italia la nave di ‘Generazione Identitaria’, che si prefigge il compito di frenare l’operato delle ONG e di bloccare il flusso di sbarchi che sta componendo l’intricato puzzle dell’emergenza migranti in Italia dalla Libia. Si tratta di un’imbarcazione di 40 metri, battente bandiera mongola, noleggiata da un movimento che, nato in Francia, si è diffuso poi in molti paesi europei, tra cui Austria, Paesi Bassi, Germania, Belgio, Slovenia e Repubblica Ceca. Oltre ovviamente l’Italia. Ma qual è l’obiettivo del gruppo?

Qui, Immigrati in hotel a 5 stelle? Lo scandalo della cooperativa San Martino.

La missione ‘Defend Europe’ contro l’emergenza migranti: la finalità di ‘Generazione Identitaria’

La strada che ‘Generazione Identitaria’ intende prendere si chiarisce pienamente a partire da due interventi che i rappresentati italiani hanno rilasciato sui propri blog e su Facebook. Innanzitutto, qual è l’ideologia e il movimento di idee che muove il gruppo: “Ci prefiggiamo di combattere l’immigrazione massiva e i dogmi del multiculturalismo e dell’integrazione. Il nostro obiettivo è fermare il flusso di migranti nel Mediterraneo e monitorare e denunciare le attività illecite delle Ong, che volontariamente o meno, stanno facendo un servizio taxi per i migranti”.

La strategia della nave sarà la seguente: “Non vogliamo interrompere le missioni di salvataggio ma fermare i criminali che fanno affari con i trafficanti di migranti”; il motivo sembra essere soprattutto economico: “Vogliamo rassicurare il Pd, la Comunità di Sant’Egidio e altri sponsor politici e istituzionali del business dell’immigrazione e dell’invasione massiva che vogliono impedirci di attuare la nostra missione Defend Europe. Come abbiamo già detto, nessun naufrago sarà lasciato affogare, nessuna reale operazione di soccorso sarà ostacolata. Ad affondare sarà solo il vostro business”.

Ecco come avviene davvero uno sbarco di migranti e come ‘lavora’ Medici senza Frontiere.

Come opererà la nave di ‘Generazione Identitaria’: focus sull’emergenza migranti

Il gruppo ‘Generazione Identitaria’ sottolinea come l’equipaggio della C-Star non sarà provvisto di armi e che, dunque, non si tratta di un’organizzazione para-militare. L’obiettivo è il seguente: stazionare in acque internazionali al largo della Libia e monitorare il reale lavoro svolto dalle ONG e dai trafficanti. Qualora ci si trovi dinanzi un barcone di migranti, allora, verranno contattate le autorità libiche per bloccare il ‘viaggio’ della speranza. La preoccupazione delle associazioni anti-razziste è molto elevata, anche se – sembra chiaro – si tratta poco più che di una mossa ‘mediatica’ per ricevere favori e allargare il consenso intorno a un progetto xenofobo e identitario davvero fuori tempo massimo nella Storia.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Europa, Emergenza profughi, Politica, Politica italiana

I commenti sono chiusi.