Elezioni regionali Friuli 2013: risultati in diretta. Serracchiani vince di misura

Il primo partito alle elezioni regionali del Friuli è stato l'astensionismo. Il Movimento 5 Stelle ha perso in due mesi il 70% dei voti incassati alla Camera alle scorse politiche

di Enzo Lecci, pubblicato il
Il primo partito alle elezioni regionali del Friuli è stato l'astensionismo. Il Movimento 5 Stelle ha perso in due mesi il 70% dei voti incassati alla Camera alle scorse politiche

Aggiornamento ore 21,32 – I giochi sembrano essere fatti: Renzo Tondo si è appena congratulato con Debora Serracchiani per la vittoria. Le sezioni che mancano all’appello sono 8. Il Pd è il primo partito ma livello di coalizioni è stato il centrodestra a imporsi (45,17% contro 38,9%). Il pesante astensionismo ha punito i grillini che dai 196mila voti delle recenti politiche sono scesi ad appena 54.500. Alto il numero delle schede nulle.   Aggiornamento ore 21,22 – Quando mancano ancora 9 sezioni da scrutinare, la candidata del centro sinistra Debora Serracchiani stacca Tondo del centrodestra di 1800 voti: il 39,36% contro il 39,02%.   Aggiornamento ore 19,50 – Sono circa 2200 i voti che separano la candidata del centro sinistra Serracchiani e il candidato del centro destra Tondo. Le sezioni che mancano ancora all’appello sono 60. I due candidati vanno quindi verso un testa a testa serrato. Completamente tagliato fuori il grillino Galluccio.   Aggiornamento ore 19,23 – I tre candidati alla presidenza della Regione Friuli Venezia Giulia consolidano i loro risultati. Quando mancano all’appello appena 100 sezioni, la candidata del centro sinistra è al 39,37%, Tondo per il centrodestra al 38,81%. Decisamente staccato il grillino Galluccio che si ferma al 19,34%. Tra le liste spicca il dato del Movimento 5 Stelle che non va oltre il 13,90 (il 5 Stelle partiva dal 27,22% ottenuto alla Camera alla recenti politiche). L’unica dichiarazione fin qui rilasciata è proprio quella di Galluccio: “Ho sempre detto che per me abbiamo già vinto, perchè abbiamo messo in piedi un movimento” ha affermato, rassegnato, il candidato del 5 Stelle.   Aggiornamento ore 18,39 – Sembrano consolidarsi ancora di più le distanze tra i vari candidati con la Serracchiani al 39,57% e Tondo al 38,12%. Il grillino Galluccio non arriva al 20% (1.062 sezioni su 1.374)   Aggiornamento ore 18,20 – Quasi 1000 le sezioni scrutinate. Debora Serracchiani è al 39,75%, Renzo Tondo al 37,78% e il candidato del Movimento 5 Stelle al 19,78%. Sul fronte delle liste: Pd al 26,4%, PdL al 19,23% e 5 Stelle al 14,56% (924 su 1.374 le sezioni scrutinate).   Aggiornamento ore 17,52 – Dati definiti sull’affluenza: ha votato il 50,50% degli aventi diritto. Una percentuale decisamente bassa.   Aggiornamento ore 17,46 – La candidata Debora Serracchiani è appena scesa al di sotto del muro simbolico del 40%. Per lei il 39,83% dei consensi mentre Renzo Tondo (centro destra) tocca il 37%. Lo scrutinio è arrivato praticamente a metà.   Aggiornamento ore 17,32 – Cresce ancora il numero di sezioni scrutinate in Friuli. Questa la situazione provvisoria: Debora Serracchiani sta ottenendo il 40,8% dei consensi, seguita dal candidato del PdL Renzo Tondo con il 36,40%. Cala ancora la quota del grillino Galluccio (20,32%). Per quanto riguarda le liste: Pd primo partito con il 26,37%, PdL al 18,25% e 5 Stella al 15,41% (scrutinate 582 sezioni su 1.374)   Aggiornamento ore 17,00 – Scrutinate 338 sezioni su 1374. La candidata presidente Serracchiani ha ottenuto il 40,32%, seguita da Renzo Tondo (PdL) con il 35,20. Staccatissimo il candidato del Movimento 5 Stelle Galluccio che si ferma al 20,75%.   Aggiornamento ore 16,45 – Resta stabilmente al di sopra del 40% la candidata presidente Serracchiani (centrosinistra). Scivola al di sotto del 21% il candidato del Movimento 5 Stelle. Prima dichiarazione della Serracchiani improntata alla prudenza: “In queste ore c’è trepidazione, ma anche molta serenità, abbiamo lavorato sodo e siamo convinti di aver fatto un’ottima campagna elettorale” (scrutinate 227 sezioni su 1374 sezioni).   Aggiornamento ore 16,30 – Scrutinate 131 sezioni su 1374. Debora Serracchiani del centro sinistra è al 40,37%, il candidato del PdL Renzo Tondo al 33,63% e il grillino Galluccio al 21,51. Sul fronte delle liste: Pd al 24,97%, PdL al 17,04% e Movimento 5 Stelle al 16,44%. Interessante anche il 12,01% di Autonomia Responsabile, la lista del candidato presidente del centrodestra.   Aggiornamento ore 16,18 – Sembrano consolidarsi le differenze tra i primi tre candidati. La Serracchiani supera di 10 punti il candidato del PdL Renzo Tondo che a sua volta stacca di 10 punti il grillino Galluccio che si ferma al 21,55%. Tra i partiti, il Pd guida con il 24,78, seguono il PdL con il 18,45% e il Movimento 5 Stelle con il 15,99%.   Aggiornamento ore 16,05 – Il candidato del 5 Stelle Galluccio scende al di sotto del 22% (scrutinate 54 sezioni su 1.374). Sul fronte delle liste il Pd è ancora il primo partito.   Aggiornamento ore 15,55 – Scrutinate 33 sezioni su 1374 totali. La candidata del centro sinistra Debora Serracchiani continua a essere la più votata con il 40,59% dei consensi. Si riduce il vantaggio su Renzo Tondo che sale al 31,66%. In calo il candidato del 5 Stelle Galluccio che scende al 22,15%. Sul fronte delle liste il primo partito è il Pd seguito dal PdL e dal 5 Stelle (12 sezioni su 1374 totali)   Aggiornamento ore 15,44 – Scrutinate 16 sezioni su 1.374 totali. Il candidato del centro sinistra Debora Serracchiani ha raccolto il 42,2% dei consensi; il candidato del centro destra Renzo Tondo il 28,56% e il candidato del Movimento 5 Stelle, Saverio Galluccio il 24,05%.   Aggiornamento ore 15,30 –  L’affluenza definitiva per le elezioni regionali del Friuli Venezia Giulia è stata pari al 49,34%. In pratica neppure le metà degli aventi diritto si è recata alle urne. Forti discrepanze tra le varie aree geografiche. Nelle circoscrizioni di Gorizia e Udine, la percentuale dei votanti è arrivata al 51%. Nella circoscrizione di Trieste si è fermata al 45,85%.   Inizia alle ore 15, ossia subito dopo la chiusura dei seggi, lo spoglio dei voti nell’ambito delle elezioni regionali del Friuli Venezia Giulia. L’esito dell’appuntamento elettorale è molto atteso soprattutto alla luce della crescente incertezza politica che sta caratterizzando il nostro paese. Per ora, l’unico dato certo che sta emergendo dalla consultazione è il tracollo dell’affluenza. Ieri sera alle 22, infatti, aveva votato un esiguo 35,14% degli aventi diritto contro il 55,46% registrato al termine del primo giorno di consultazioni nel 2008. La corsa per la regione Friuli Venezia Giulia vede in campo quattro principali candidati: Franco Bandelli (Un’altra regione), Saverio Galluccio (Movimento 5 Stelle), Debora Serracchiani (PD, SEL, IdV, Slovenska Skupnost e Cittadini per Debora Serracchiani) e Renzo Tondo (PdL, Lega, UdC). Sull’esito della consultazione elettorale friulana, come emerso dai sondaggi pre-elettorali, non sembrano esserci indicazioni convergenti. Le recenti vicissitudini nazionali che hanno portato all’elezione di Giorgio Napolitano al Quirinale hanno mischiato enormemente le carte e molti analisti si attendono una forte influenza del clima romano sul risultato elettorale friulano. In particolare quello che potrebbe emergere è un ulteriore calo dei partiti politici tradizionali e una affermazione del Movimento 5 Stelle superiore alle già recenti buone performances dei “grillini”. Il M5S che candida l’imprenditore operante nel ramo della bioedilizia Saverio Galluccio potrebbe ossia beneficiare dalla protesta per il possibile governissimo Pd PdL a cui l’elezione di Napolitano alla presidenza della Repubblica sembra aver spalancato le porte. Il partito di Berlusconi potrebbe invece risentire enormemente del tracollo dell’affluenza che fino ad ora sembrerebbe essere l’unico dato certo del voto friulano.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica