Elezioni Francia: Fillon stravince primarie destra e straccia Le Pen nei sondaggi

François Fillon ha stravinto le primarie in Francia del centro-destra e adesso vola nei sondaggi contro Marine Le Pen.

di , pubblicato il
François Fillon ha stravinto le primarie in Francia del centro-destra e adesso vola nei sondaggi contro Marine Le Pen.

François Fillon è ufficialmente il candidato dei Repubblicani alle elezioni presidenziali in Francia della primavera prossima. Lo ha decretato il risultato delle primarie del centro-destra con una vittoria schiacciante contro un altro ex premier, Alain Juppé. L’ex delfino di Nicolas Sarkozy ha ottenuto il 65,5% contro il 34,5% dell’avversario. La scorsa domenica si era imposto al primo turno con il 44% dei consensi, quando i sondaggi lo avevano dato alla vigilia in terza posizione e con solo il 18% dei voti.

Thatcheriano, conservatore e molto cattolico, Fillon riunisce la destra francese attorno a un programma riformatore molto evoluto e basato su tagli alla spesa pubblica, al numero dei dipendenti pubblici (5 milioni), aumento dell’età pensionabile e riduzione delle tasse per 40 miliardi. Dure le sue posizioni contro l’immigrazione clandestina e sui temi della sicurezza, il che lo rende un candidato molto azzeccato per contrastare le speranze di successo alle urne di Marine Le Pen, la candidata del Fronte Nazionale, che i sondaggi adesso darebbero in affanno persino al primo turno, dinnanzi al nuovo e inatteso avversario. (Leggi anche: Primarie centro-destra, vince il thatcheriano pro-Trump)

Fillon vola nei sondaggi contro la Le Pen

Secondo una rilevazione Odoxa, Fillon otterrebbe oggi come oggi il 32% dei consensi al primo turno delle presidenziali contro il 22% della Le Pen e soltanto l’8% di François Hollande, il presidente uscente, che non ha ancora sciolto la riserva sulla sua candidatura per un secondo mandato e che deve fare i conti a sinistra con Emmanuel Macron, suo ex ministro dell’Economia, che ha già annunciato la discesa in campo. E al secondo turno non ci sarebbe partita: l’ex premier stravincerebbe con oltre il 70% contro la candidata frontista.

Fino a pochissimi giorni fa, la posizione della Le Pen appariva molto più solida e primeggiante al primo turno, nonostante da sempre le sue probabilità di vittoria al ballottaggio siano state considerate molto basse. Il quadro politico, però, si sta evolvendo in favore della destra repubblicana, le cui parole d’ordine sono diventate libertà economica, sicurezza e controllo dei flussi migratori, questi ultimi temi assai cari all’elettorato lepenista. In politica estera, Fillon si è già distinto per la sua vicinanza al presidente eletto USA, Donald Trump, oltre che a quello russo, Vladimir Putin. Comunque vada, quindi, la UE non ne uscirà trionfante. (Leggi anche: Elezioni Francia, Hollande sfidato da suo ex ministro)

 

 

Argomenti: ,