Elezioni Francia: il bilancio di ‘guerra’ a Parigi

Dopo il primo turno delle elezioni presidenziali francesi tumulti e scontri tra polizia e studenti.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Dopo il primo turno delle elezioni presidenziali francesi tumulti e scontri tra polizia e studenti.

Nella serata di domenica, dopo l’annuncio dei risultati delle elezioni in Francia, gli incidenti esplosi alla Bastiglia sono stati più gravi del previsto. Dopo l’annuncio dei risultati del primo turno delle elezioni presidenziali francesi, infatti, ci sono stati tumulti tra la Bastiglia e Republique. Secondo quanto si è appreso nella mattinata di ieri dalla Prefettura di parigi ben 9 i feriti, di cui 6 politizotti e 3 partecipanti alla manifestazione studentesca antifascista e anti-Macron. 29 persone sono state fermate e molti sono stati i danni subiti da auto in sosta e vetrine.

I servizi segreti francesi si aspettavano scontri dopo i primi dati della tornata elettorale soprattutto da parte degli studenti schierati contro Marine Le Pen. E proprio come ci si aspettava, quindi, i tumulti ci sono stati in piazza delle Bastigia da parte di gruppi organizzati di studenti. A fermare la manifestazione, tutt’altro che pacifica, la massiccia presenza della polizia che ha risposto con i lacrimogeni al lancio di pietre e bottiglie da parte dei manifestanti. Il centro della piazza è stato evacuato in pochi minuti anche se, durante gli scontri, 3 ragazzi e 6 rappresentanti delle forze dell’ordine sono rimasti feriti.

I risultati del primo turno, quindi, non sono piaciuti a tutti e anzi alcuni studenti hanno annunciato di manifestare contro Le Pen e contro Macron non riconoscendosi in nessuno dei due possibili risultati del ballottaggio del 7 maggio.

Fra due settimane ci sarà il ballottaggio che deciderà chi, tra Emmanuel Macron e Marine Le Pen guiderà la Francia per i prossimi 5 anni poichè il presidente della repubblica Francese deve essere eletto a maggioranza assoluta.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Economia Europa, Francia

I commenti sono chiusi.