Elezioni comunali: a Roma alle urne il 26 e 27 maggio

Alemanno si ricandida, scuole di Roma a rischio chiusura anticipata

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Alemanno si ricandida, scuole di Roma a rischio chiusura anticipata

In questi giorni l’attenzione politica è rivolta alle elezioni di febbraio ma a maggio 665 città torneranno alle urne per le elezioni comunali. Il ministro dell’Interno, Annamaria Cancellieri ha reso note le date di apertura delle consultazioni per l’elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali: si voterà il 26 e 27 maggio. Eventuali ballottaggi avranno luogo domenica 9 e lunedì 10 giugno 2013

Elezioni sindaco di Roma: Alemanno si ricandida

Tra gli esiti più attesi delle prossime amministrative c’è quello del Comune di Roma. Su Twitter l’attuale primo cittadino, Gianni Alemanno, ha anticipato la sua ricandidatura «Come promesso, non mi sono candidato al Parlamento. Senza paracadute mi ricandido a sindaco per aiutare Roma ad uscire dalla crisi». Promesso a chi? Ma il cammino di Alemanno non è privo di ostacoli: durante il suo ultimo mandato è stato molto contestato e, dopo il suo commento sulla ricandidatura di Silvio Berlusconi, l’appoggio del Cavaliere non è scontato. Pronta la risposta del Pd affidata a Luigi Nieri, candidato alle primarie del centrosinistra per il Campidoglio: “Ora che è stata definita la data per le amministrative, il centrosinistra deve indire subito le primarie per il Campidoglio. I cittadini devono poter scegliere al più presto lo sfidante di Alemanno e il candidato sindaco deve avere tutto il tempo necessario per affrontare adeguatamente una sfida importantissima per Roma“. Ci si aspetta una campagna elettorale trimestrale molto intensa. Senza dubbio i risultati delle urne a Roma nelle prossime elezioni politiche saranno un indizio importante delle intenzioni degli elettori capitolini. Si vota anche a Catania, Messina, Vicenza, Brescia, Siena, Ancona, Udine, Pisa. Chiamati alle urne otto milioni 120 mila elettori per il rinnovo di 652 amministrazioni comunali

Scuole romane: chiusura anticipata per le elezioni

Le date fissate per le elezioni comunali hanno suscitato qualche perplessità. Federico Rocca, consigliere di Roma Capitale ha sottolineato i disagi per il corretto svolgimento dei programmi didattici nelle scuole:  “per le politiche e le regionali si vota il 24 febbraio, ora con le comunali il 26 e 27 maggio e l’eventuale ballottaggio a giugno gli alunni perderanno tantissimi giorni di scuola, anzi credo che si arriverà direttamente a una chiusura anticipata rispetto alla data prevista per il 12 giugno“. Per scongiurare questo rischio sarebbe opportuno posticipare le consultazioni: “Le elezioni penalizzeranno l’attività scolastica di migliaia di bambini. Ritengo che sarebbe opportuno spostare la data al 9 e 10 giugno, 10 giorni non cambierebbero nulla, ma oramai i giochi sembrano fatti“. Non è esclusa chiudi la chiusura anticipata delle scuole a Roma.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Politica