Ecotassa sulle auto: piano investimenti Fca da rivedere, rischio prezzi in salita

Ecotassa cambia il piano investimenti di FCA mentre per Volkswagen le auto più ecologiche determineranno prezzi più alti.

di , pubblicato il
Ecotassa cambia il piano investimenti di FCA mentre per Volkswagen le auto più ecologiche determineranno prezzi più alti.

L’ecotassa per le auto di lusso e i Suv ha cambiato le carte in tavola per Fca e il Ceo Mike Manley ha dichiarato di voler rivedere il piano investimenti in Italia. Lo ha detto durante il salone di Detroit. A non prenderla bene sono stati i sindacati anche se lo stesso Ceo ha chiarito di aspettare marzo per ulteriori sviluppi quando ecotassa ed ecobonus saranno attivi sugli acquisti e sulle immatricolazioni.

Ecotassa cambia il piano investimenti di FCA

L’avvio dell’ecotassa prevista nella Legge di Bilancio ha determinato un potenziale cambiamento per il piano industriale di Fca. Il piano di investimenti italiano da 5 miliardi di euro 2019-2021 “sarà rivisto” e  di conseguenza anche il piano occupazionale negli stabilimenti italiani. Ad insorgere sono stati i sindacati con la Fiom che ha già parlato di “mobilitazione generale” se il piano sarà bloccato mentre per Fim-Cisl, l’ecotassa “è un suicidio di stato”: “Come temevamo, la cosiddetta ‘ecotassa’ inserita nella legge di bilancio ha dato il suo primo effetto, e non sull’ambiente, ma sul piano triennale di cinque miliardi di investimenti di Fca annunciato lo scorso 30 novembre. Fare le auto elettriche è la cosa più semplice, infrastrutture ed ecosistema per farle funzionare sono in Italia all’anno zero” ha riferito Marco Bentivogli. Secondo il segretario generale della Uilm, Rocco Palombella: “Comprendiamo le motivazioni di Fca, ma noi non siamo disposti a mettere in discussione il piano industriale che ci è stato presentato. Quel che è certo è che faremo tutto il possibile per evitare che ciò accada. Non possono essere i lavoratori a pagare le scelte del nostro governo, al quale abbiamo già più volte sollevato la questione chiedendo di rivedere il provvedimento”.

Prezzi più alti per le auto ecologiche secondo Volkswagen

E se FCA potrebbe cambiare il piano industriale, o meglio rivederlo per essere precisi, il Gruppo Volkswagen è convinto che le auto più ecologiche determineranno prezzi più alti. La crescita dei costi dei materiali necessari per uniformarsi alle nuove emissioni di Co2 volute dalla Ue, che nei progetti ha la riduzione del 37,5% delle emissioni, comporterà un aumento dei prezzi. Secondo Volkswagen anche le auto più economiche costeranno di più con l’aumento dei requisiti di sicurezza. Christian Dahlheim, responsabile vendite di Volkswagen ha dichiarato: “si sta facendo il possibile per contrastare l’aumento dei costi. Tuttavia, è chiaro che non sarà possibile compensare completamente i maggiori costi dei materiali”. A causare tutto ciò anche le tensioni commerciali, la preoccupazione per la Brexit a cui aggiungere il mercato cinese che dopo 20 anni ha segnato un calo per la prima volta tanto che alcune case automobilistiche come Ford che Jaguar Land Rover hanno annunciato tagli di posti di lavoro.

Il discorso si sposta poi sulle auto elettriche, un mercato che ancora non sembra decollare del tutto visti i prezzi ma anche la mancanza di infrastrutture di ricarica che fanno desistere molti clienti ad acquistare questi tipi di veicoli. La vendite delle auto ibride, plugin ed elettriche, rappresentano infatti una quota minima delle consegne complessive, si parla di 100mila veicoli venduti.

Leggi anche: Perché le immatricolazioni auto continuano a calare: crisi delle vendite e la criminalizzazione del diesel

Argomenti: , ,