L’economia dell’usato vale 23 miliardi: regioni al top in Italia per la Second Hand

Il successo dell'economia dell'usato in Italia, un mercato che vale tanto.

di , pubblicato il
Economia dell'usato

L’economia dell’usato è una delle tante emanazioni dell’economia circolare agognata da politici e non. Secondo un recente studio di BVA Doxa per Subito.it, i cui risultati sono stati pubblicati nell’Osservatorio Second Hand Economy, in Italia l’economia dell’usato varrebbe già 23 miliardi di euro, cifra che corrisponde grossomodo a un punto e mezzo percentuale del Pil italiano.

L’indagine ha osservato come si tratti di un trend in crescita, soprattutto durante l’anno della pandemia, quando più di tre milioni di italiani si sono avvicinati all’economia “di seconda mano”.

Economia dell’usato: 23 milioni di italiani hanno partecipato alla second hand economy nel solo 2020

Da gennaio a dicembre 2020 qualcosa come 23 milioni di italiani hanno comprato o venduto almeno un prodotto usato. Come accennato qui sopra, si tratta di numeri in forte crescita rispetto al passato, con un ruolo importante giocato dai laureati le famiglie con bambini piccoli e la generazione Z, nelle misure rispettivamente del 66, 63 e 65 per cento.

Subito.it ci tiene a sottolineare un altro dato importante: quasi metà del valore delle transazioni dell’economia dell’usato è riconducibile a operazioni eseguite online. Infatti, 10,8 miliardi di euro (circa il 46 per cento dei 23 miliardi citati nell’introduzione) sono accostati ad acquisti online, che hanno ricevuto un’incredibile spinta proprio grazie al periodo di lockdown che ha invece messo in ginocchio numerose attività commerciali fisiche.

Perché gli italiani scelgono la Second Hand Economy

Dalle infografiche pubblicate dall’Osservatorio Second Hand Economy 2020 si evince come il 54 per cento degli italiani ha comprato o venduto usato nell’ultimo anno. Tale scelta è dettata in primis dall’assegnare valore alle cose, in secondo luogo perché sostenibile, e terzo perché oltre a essere molto intelligente è anche attuale.

Le tre regioni italiane che hanno più contribuito al valore dell’economia dell’usato sono Lazio (2,6 miliardi), Campania (2,4 miliardi) e Lombardia (2,3 miliardi). Inoltre, nel corso del 2020, ha raggiunto il podio relativo ai comportamenti sostenibili più adottati dagli italiani, piazzandosi al terzo posto dietro la raccolta differenziata e l’acquisto di lampadine a LED.

Vedi anche: Ikea promuove l’economia circolare con i mobili a noleggio e pensa all’e-commerce stile Amazon

[email protected]

Argomenti: ,