Economia, Italia come l’America di Trump nel 2019? Le previsioni di Nomura

La banca d'affari Nomura, fra gli eventi economici non impossibili per il prossimo anno, ha citato il crollo del prezzo del barile a 20 dollari.

di , pubblicato il
La banca d'affari Nomura, fra gli eventi economici non impossibili per il prossimo anno, ha citato il crollo del prezzo del barile a 20 dollari.

Nomura, nota banca d’affari giapponese, ha inserito l’Italia tra i cigni grigi del 2019, vale a dire tra gli eventi economici non attesi dal mercato ma che non sono così improbabili dal compiersi. Sono diverse le motivazioni che l’istituto finanziario nipponico offre a sostegno della sua tesi.

Fra queste, l’eccessivo pessimismo che è gravitato intorno all’Italia nel corso del 2018, sottolineando come l’Italia registri un avanzo di bilancio dagli anni Novanta e che dunque l’attuale deficit avrebbe origini ben più lontane. E se la terminologia cigno grigio ci fa venire in mente da subito il cigno nero sventolato da Paolo Savona tempo fa, un’altra figura ben più concreta può essere associata al futuro italiano, con le sembianze di Donald Trump e la rinascita dell’economia americana.

Nel 2018 gli USA sono stati a livello economico una delle più grandi sorprese per i mercati, gli stessi che avevano sottovalutato il programma elettorale del Presidente. Nonostante le gaffe a livello nazionale e internazionale, Trump può mettersi al collo la medaglia economica. A luglio scorso, all’inizio del secondo semestre, gli Stati Uniti d’America facevano registrare un rialzo del Pil superiore al 4 per cento. Un dato così alto non si registrava dal 2014.

Il ruolo del Governo italiano nelle previsioni di Nomura

Il contratto del governo formato da Movimento 5 Stelle e Lega Nord è alla base delle previsioni ottimistiche della banca d’affari giapponese Nomura. Infatti, nel suo rapporto l’istituzione finanziaria asiatica cita le misure fiscali promesse nell’annuncio della Legge di Bilancio per il prossimo anno, uno strumento che garantirebbe al nostro Paese – secondo Nomura – un importante balzo in avanti. L’analista Hafeez suggerisce il parallelo con l’economia degli Stati Uniti e lo scetticismo intorno all’operato del Presidente Donald Trump, poi smentito dai numeri clamorosi fatti registrare dall’economia USA quest’anno.

Gli altri cigni grigi per il 2019

La banca d’affari Nomura, fra gli eventi economici poco probabili ma non impossibili per il prossimo anno, ha citato il crollo del prezzo del barile a 20 dollari, fatto che comporterebbe una forte diminuzione del prezzo del carburante alla stazione di servizio, per la felicità degli automobilisti. Secondo quanto affermato dalla banca giapponese, nei prossimi 12 mesi ci potrebbe inoltre essere l’apprezzamento dello yuan. Tra le previsioni politiche, invece, Nomura afferma che nel 2019 potrebbe verificarsi la fine dell’ascesa del populismo.

Una previsione, quest’ultima, piuttosto irrealistica, soprattutto se si considera l’imminente voto alle prossime elezioni Europee in primavera, al termine delle quali il volto dell’Unione Europea potrebbe cambiare in maniera drastica, a favore dei nuovi movimenti populisti.

Ti potrebbe interessare anche: Come Trump sta riscrivendo la globalizzazione senza che l’Europa tocchi palla

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,
>