Dpcm Natale: il piano su spostamenti tra Regioni, negozi, vacanze e cenoni

Conte, ospite a Otto e Mezzo, ha anticipato le possibili misure contenute nel nuovo Dpcm del 4 dicembre.

di , pubblicato il
Dpcm Natale: il piano su spostamento tra Regioni, negozi, vacanze e cenoni

Ospite a Otto e Mezzo, su La 7, Giuseppe Conte ha anticipato le misure che saranno contenute del nuovo Dpcm di Natale, che dovrebbe uscire il prossimo 4 dicembre. Ci saranno limiti agli spostamenti per evitare quanto accaduto durante la scorsa estate, anche per le vacanze.

Spostamenti solo tra Regioni Gialle

Conte ha parlato di limiti agli spostamenti durante le feste, che saranno consentiti solo tra regioni che si trovano nella zona gialla. Il nuovo Dpcm dovrebbe arrivare il 4 dicembre. Per evitare una terza ondata il limite agli spostamenti appare quasi certo. Ad oggi, le misure sembra che stiano funzionando e quindi la speranza è che entro Natale, la maggior parte delle Regioni si trovino nella fascia di minor rischio. A Lilli Gruber, Conte ha detto:

Abbiamo portato sotto controllo la curva nella prima ondata, in tempi anche relativamente brevi. Abbiamo fatto di tutto, abbiamo approvato tutti i possibili protocolli per assicurare un’estate in sicurezza agli italiani. Sarebbe stato impossibile prescrivere misure restrittive in estate, la seconda ondata ha sorpreso tutta l’Europa, noi abbiamo lavorato al massimo. A luglio ho chiesto in Parlamento la proroga dello stato d’emergenza e sono stato duramente attaccato: è difficile mettere d’accordo tutti, l’importante è avere un metodo e proseguire su questa linea.

Bisognerà arrivare alla giornata di venerdì 27 novembre, e vedere se la maggior parte delle Regioni avranno raggiunto l’Rt vicino a 1. In quel caso sarà possibile poter auspicare qualche allentamento ma con regole ad hoc per Natale. Impossibile pensare ad un libera tutti, per non rischiare una terza ondata, sarà quindi un Natale diverso e con molta meno socialità rispetto a quella a cui siamo abituati.

Riapertura negozi, vacanze sulla neve e pranzi e cene di Natale

Quindi addio a tombolate, raduni, feste e veglioni. Conte ha parlato del limite allo spostamento tra Regioni gialle, anche se sul tavolo del Governo c’è in ballo lo spostamento per far visita ai familiari stretti. Al momento, quindi, si sta decidendo in tal senso. Per quanto riguarda le vacanze sulla neve, Conte ha chiarito di star lavorando con Francia e Germania per un coordinamento europeo, ma sembra chiaro non sarà possibile concedersi vacanze indiscriminate sulla neve, anche all’estero.

Sul tema apertura negozi, sembra quasi certo che ci saranno aperture più lunghe, fino a sera, per spalmare gli acquisti e garantire la ripresa dei consumi. La strategia sarà quella di puntare a ingressi contingentati e orari allungati.

Ad oggi, quindi, le certezze sul nuovo Dpcm, oltre alla riapertura dei negozi per far correre l’economia, sono il divieto di feste, veglioni, cenoni con molte persone, coprifuoco spostato in avanti per la Vigilia di Natale, cenoni e pranzi di Natale solo con parenti stretti e la possibilità di raggiungere i parenti nelle zone a rischio. Per quanto riguarda i posti a tavola, non è stato ancora comunicato un numero ma si pensa a 6 massimo 8 persone, che devono appartenere allo stesso nucleo familiare o essere parenti di primo grado.

Vedi anche: Regole a Natale anche per spostamenti, vendita skipass e vacanze sulla neve

[email protected]

Argomenti: ,