Dpcm Natale: chiusi anche gli hotel di montagna, dubbi sul cenone in famiglia

Continuano a giungere nuovi rumors sul nuovo Dpcm in arrivo. Anche gli hotel di montagna chiusi?

di , pubblicato il
Nuovo decreto Natale e regole valide fino al 6 gennaio

Continuano ad arrivare nuovi particolari sul nuovo Dpcm del 3 dicembre che dovrà regolare spostamenti e comportamenti durante le vacanze di Natale. 

Hotel di montagna chiusi durante le feste

Il Governo sembra intenzionato a blindare il nostro paese durante le vacanze e se sembra ormai certo che gli spostamenti saranno vietati dal 20 dicembre al 6 gennaio, un’altra certezza riguarda la chiusura degli alberghi di montagna durante le vacanze e la quarantena per chi decide di andare in vacanza all’estero. La linea, insomma, sembra essere quella che mira a limitare in tutto e per tutto spostamenti e vacanze durante il periodo natalizio per evitare ciò che era accaduto a Ferragosto. L’ultima idea, quindi, è quella di chiudere gli hotel e i resort per tutta la durata delle feste, almeno fino al 10 gennaio.

Solo ieri Trentino Alto Adige, Valle D’Aosta, Lombardia, Piemonte, Veneto e Friuli Venezia Giulia, avevano chiesto al Governo di permettere la consegna degli skipass per chi possiede una seconda casa o chi pernotta in hotel, per evitare il pendolarismo nelle località di montagna, ma l’ultima idea del Governo di chiudere le strutture ricettive stronca i propositi delle Regioni Alpine.

Per chi decide di andare all’estero resta valida la regola della quarantena una volta tornati in Italia, anche se ci si reca in Austria o Svizzera, dove le piste rimarranno aperte. 

Ancora dubbi per il cenone di Natale

Un altro punto su cui c’è ancora indecisione è legato al Cenone di Natale e il numero di persone nelle abitazioni. Conte non vuole inserire un vero e proprio divieto ma la linea comune è quella di raccomandare più di un certo numero di persone al tavolo, anzi si raccomanda di evitare cene e pranzi con persone non conviventi.

La stessa cosa dovrebbe valere per il pranzo di Natale e Capodanno, dove saranno vietate ogni tipo di feste sia all’aperto che al chiuso. 

Nelle ultime ore, infine, si è aperta la possibilità di tenere aperti i ristoranti nelle zone gialle a pranzo il 25 e il 26 dicembre. Maggiori dettagli arriveranno nelle prossime ore. 

Vedi anche: Dpcm Natale: regole e divieti per negozi, coprifuoco, cenoni e pranzi delle feste

[email protected]

Argomenti: ,