Divieto spostamento tra regioni addio e riaperture da maggio, cosa succederà

Da maggio si potrà tornare a spostarsi tra regioni, le ultime notizie.

di , pubblicato il
Green Pass per viaggiare in Europa

Riaperture e stop al divieto di spostamento tra regioni possibili da maggio? E’ questa la tesi a cui stanno lavorando le Regioni. Il Governo dovrebbe sottoporre al Cts le nuove linee guida per la riapertura delle attività e lo sblocco del divieto agli spostamenti.

Aperture a maggio e stop divieto spostamento tra regioni, il punto della situazione

Il governo sembra intenzionato a prorogare lo stato di emergenza almeno fino alla fine di giugno, ma sembra essere maggio il mese prescelto per le riaperture e, soprattutto, per poter dire addio al divieto di spostamento tra regioni. Ad anticipare il tutto è stato Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo economico:
«Presumibilmente maggio sarà un mese di riaperture. La decisione sarà presa probabilmente la prossima settimana dal Consiglio dei ministri».

A quanto pare, il mese di maggio sembra fondamentale per pensare a delle riaperture di ristoranti, cinema, teatri, bar e tutte quelle attività chiuse da mesi.
Una delle ipotesi a cui il ministro Speranza sembra aver dato credito è il fatto di puntare alle riaperture dei ristoranti ma lavorando all’aperto. Stessa sorte dei bar.

La bella stagione, insomma, potrebbe aiutare a recuperare il lavoro di molte attività ad oggi ancora chiuse. Le richieste, a tal proposito, sono due:
-La riapertura dei ristoranti la sera privilegiando tavoli all’aperto
-Spostamento del coprifuoco a mezzanotte
Tutto dipenderà, ovviamente, anche dalla campagna vaccinale e la sua prosecuzione.

Spostamenti consentiti per far ripartire il turismo

Sempre da maggio, dovrebbe avvenire anche lo sblocco del divieto spostamento tra regioni. Sono ormai molti mesi che è vietato uscire dalla propria regione di residenza se non per motivi di salute, lavoro o necessità.

Inizialmente si era pensato di riapartire con gli spostamenti da fine marzo. La decisione era stata poi di nuovo rimandata. Ora, però, la questione va affrontata e il Governo sta pensando, anche in virtù dell’inizio della stagione estiva, di sbloccare i divieti.

Sembra improbabile pensare ad un cambiamento entro il 30 aprile. Nonostante tutto il mese prossimo la possibilità di aprire agli spostamenti tra regioni senza obbligo di quarantena appare molto più probabile. Secondo Marco Michielli, di Confturismo Veneto:

“Il ministro del Turismo Massimo Garavaglia aveva giustamente indicato nel 15 maggio l’inizio stagione Era la data giusta, la stessa della Grecia, in coincidenza con la Pentecoste, che rappresenta il primo grande afflusso di turisti del Nord Europa nel nostro Paese. Spostare tutto al 2 giugno ci farebbe andare oltre la Pentecoste, che è da sempre il viatico di una buona stagione ovunque”.

Ci si aspetta, dunque, delle decisioni in merito nei prossimi giorni.

Vedi anche: Riapertura ristoranti, bar, palestre e cinema: regole possibili dopo 20 aprile

[email protected]

Argomenti: ,