Divieto spostamenti tra Comuni a Natale: cosa può cambiare nei prossimi giorni

Divieto spostamenti tra Comuni, cambierà qualcosa entro Natale?

di , pubblicato il
Regioni che cambiano colore dal 24 gennaio

Il Dpcm di Natale firmato a inizio dicembre dal premier Giuseppe Conte impedisce gli spostamenti tra Comuni diversi nei giorni 25 e 26 dicembre e 1 gennaio, oltre a imporre il divieto di uscire dalla propria Regione tra il 21 dicembre e 6 gennaio. Il provvedimento adottato dal governo ha incontrato la ferma opposizione dei governatori delle Regioni: alcuni, come ad esempio il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, ha definito folle la scelta presa dall’esecutivo di vietare alle persone che abitano nei piccoli comuni di ricongiungersi con i propri familiari che abitano in un altro Comune. Qualcosa però potrebbe cambiare nel corso dei prossimi giorni.

Lo scatto del governatore Cirio (Piemonte)

“Come sai, Presidente, il Piemonte è una regione in cui la presenza di comuni di piccole dimensioni demografiche rappresenta la stragrande maggioranza dei municipi […]”. Inizia così la lettera che Alberto Cirio, governatore della Regione Piemonte, ha inviato al Presidente del Consiglio, sottolineando “il sentimento di scoramento di moltissimi cittadini”. Da qui la proposta: anziché vietare gli spostamenti tra Comuni, si punta a bloccare gli spostamenti a livello provinciale: da una parte si metterebbe un freno agli spostamenti selvaggi (sempre tra virgolette), dall’altra si verrebbe incontro a tutte quelle persone che in questi ultimi giorni si sono chieste perché in comuni come Roma e Milano ci si possa spostare anche di 20 km per ricongiungersi ai propri familiari, mentre a loro non è permesso 5 km (ma a volte la distanza è inferiore anche al km) per il consueto pranzo di Natale in famiglia.

Al momento, il governo resta fermo sulla sua decisione

Il governo sembra al momento rimanere fermo sulla sua decisione di confermare in blocco il Dpcm di Natale, che include come sappiamo anche i divieti relativi agli spostamenti tra Comuni nei giorni di Natale, Santo Stefano, il primo dell’anno e la Befana. In particolare, tra i più irremovibili ci sono il ministro della Salute Roberto Speranza, il ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Francesco Boccia, e il ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo Dario Franceschini.

Vedi anche: Dpcm Natale e Faq su spostamenti, genitori soli e ricongiungimenti

[email protected]

Argomenti: ,